L’allarme Oms: “In 20 anni, +60% casi di tumore”. Dalla Campania 160 milioni per la ricerca

Oggi, 4 febbraio, in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale contro il Cancro. Giunta alla ventesima edizione, la “World Cancer Day” è promossa dalla UICC (Union for International Cancer Control) e sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Ed è proprio l’Oms a lanciare l’allarme con un Tweet:

“Il mondo vedrà un aumento del 60% dei casi di tumore nei prossimi 20 anni”.

La crescita maggiore di nuovi casi, stimata dell’81%, come si legge sul sito dell’Organizzazione, si verificherà principalmente nei paesi a basso e medio reddito, dove i tassi di sopravvivenza sono i più bassi. Una differenza sostanziale vi è infatti con i Paesi con alto reddito. Sette milioni di vite potrebbero essere salvate con ricerche e nuove cure.

L’Italia è tra i primi posti in Europa nella cura al cancro nonostante ogni giorno vengano diagnosticati mille nuovi casi. Inoltre la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è la più alta rispetto agli altri Paesi dell’UE. Un primato italiano che vede anche la Regione Campania investire nella ricerca 160 milioni. Come sottolineato in un post su Facebook dal governatore Vincenzo De Luca:

“Trovare la cura contro il cancro, nelle sue varie forme, è uno degli obiettivi più importanti del mondo contemporaneo. È una sfida che coinvolge svariati ambiti, quello medico, quello tecnologico, quello scientifico, e che necessita di tante risorse e di grandi competenze.
La Regione Campania ha investito 160 milioni di euro per la cura contro il cancro, uno sforzo gigantesco, coinvolgendo alcune delle migliori eccellenze, italiane e internazionali, in questo progetto”.

Un’attenzione della nostra Regione non solo alla ricerca ma anche alla cura dei pazienti a cui è stato diagnosticato un tumore.

“E’ importante la presa in carico dei pazienti. Stiamo potenziando la rete dei servizi di assistenza, attraverso la cura a domicilio per le donne con tumore al seno, l’istituzione della prima rete cardioncologica d’Italia, la radioterapia attiva 7 giorni su 7 all’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale”, la fornitura gratuita del farmaco salvavita sperimentale per il melanoma. Davvero un grande sforzo, per umanizzare le cure e dare a tanti una speranza”.

Nel nostro Paese nel 2019, secondo l’ultimo rapporto Aiom-Airtum, sono state effettuate circa 371mila nuove diagnosi di tumore (196.000 uomini e 175.000 donne). Le 5 neoplasie più frequenti sono quelle della mammella (53.500 nuovi casi), colon-retto (49.000), polmone (42.500), prostata (37.000) e vescica (29.700). Lo slogan scelto per la Giornata mondiale contro il cancro per il triennio 2019-2021 è “I Am and I Will”- “Io sono e Io farò”. Importante è quindi prendersi cura di sé stessi effettuando periodicamente esami e screening. Perché la prevenzione può salvare vite.

Potrebbe anche interessarti