Sanremo 2020: Beppe Vessicchio torna all’Ariston con un gilet di seta di San Leucio

Beppe VessicchioSanremo 2020– Il direttore d’orchestra preferito da tutto il web, Beppe Vessicchio, ieri si è presentato con un colorato gilet di seta proveniente da San Leucio. Il barbuto direttore ha così contribuito a portare in alto i valori sartoriali di questo luogo.

Era mancato a tutti lo scorso anno, così come era mancato nel 2017. Beppe Vessicchio è infatti ormai noto, oltre ad essere uno dei più bravi direttore d’orchestra, per le sue comparse in video social come quelli dei The Jackal.

Ieri sera, ha diretto la canzone “Dov’è” de Le Vibrazioni, con un gilet che ha riempito d’orgoglio tutta la Campania, tra l’altro terra di origine dello stesso Vessicchio che è nato a Napoli il 17 marzo del 1956.

Il direttore ha indossato un gilet realizzato da ALOIS tessitura serica di San Leucio, storica azienda tessile nata nel 1885. L’impresa in questione si trova a San Leucio che ha una grande tradizione con l’industria tessile.

La storia di San Leucio è custodita all’interno del Complesso Monumentale del Belvedere (riconosciuto anche dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità). In questo complesso prese forma quello che era il sogno di Re Ferdinando, e cioè quello di creare una vera e propria realtà industriale alla cui base vigevano principi di uguaglianza sociale ed economica.

 

Potrebbe anche interessarti