Napoli, caos trasporti: metro guasta per 5 ore, bus soppressi e centro blindato

caos trasporti napoli

Caso trasporti oggi a Napoli tra metro e pullman soppressi. Ancora un guasto ha contraddistinto questa mattina la linea 1 della metropolitana. Per problemi tecnici l’Anm alle 8.15 annunciava la sospensione della circolazione sull’intera tratta Piscinola-Garibaldi. E sono sempre più rari i giorni dove non si registrano problemi o chiusure parziali della metro (solo nell’ultima settimana 5 guasti in sette giorni).

Alle 13.30 il servizio è tornato attivo sull’intera linea. Come comunicato dall’Azienda di Mobilità Napoletana sulla pagina Facebook ufficiale:

Nel dettaglio però soltanto alle 13.55 tutte le fermate sono state riaperte, dopo oltre 5 ore dal guasto. Infatti alle 13.30 la circolazione non si fermava alla stazione di Municipio. Soltanto dopo verifiche tecniche è stato possibile ripristinare l’intero servizio.

Come fa sapere Anm, la sospensione è stata causata da un importante guasto ai server centrali della rete dati che garantisce il collegamento di tutte le stazioni, dei sistemi di controllo sui binari, della ventilazione e del collegamento tra macchinisti e centro di controllo. I tecnici informatici di Anm si sono messi subito al lavoro e, sfruttando i ricambi a disposizione dell’azienda, sono riusciti a risolvere il problema, facendo ripartire la rete informatica. Anm sta indagando le ragioni del blocco.

CITTA’ BLINDATA – Un guasto che cade in un giorno storico per la città di Napoli. Nel pomeriggio ci sarà un vertice intergovernativo tra il presidente francese Macron e il premier italiano Giuseppe Conte. Un incontro che si terrà a Palazzo Reale e che vedrà Macron visitare anche luigi simbolo d’arte napoletana. Dato il passaggio presidenziale, il centro storico della città partenopea è blindato da ieri sera con alcuni divieti di sosta.

BUS FERMI – Un vero caos dei trasporti a Napoli. Per questo motivo e per la chiusura della metro di questa mattina sono state attivate e potenziate alcune linee di pullman. In particolare il bus 604 e 139 da Dante al Cardarelli dove era possibile servirsi della linea 665 Cardarelli – Piscinola e la Linea bus C67 prolunga fino a piazza Dante. Altre, circa sette, invece sono state soppresse per la sanificazione dei mezzi a scopo precauzionale anti-coronavirus disposta dall’Anm. Sono circa il 40% i pullman interessati nel deposito di Piazza Carlo III con la soppressione di alcune linee (147-185 -167-C52- E6 -C87-C76) come rendono noto i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza di Anm.

Inoltre in concomitanza del vertice bilaterale “Italia-Francia” al Palazzo Reale sono stati adottati i seguenti dispositivi:

  • La linea R2 limita la corsa a p.zza Municipio invertendo il senso di marcia a Cavalli di Bronzo. La fermata n.2714 di via San Carlo è soppressa.
  • L’attestamento della linea E6 è spostato in via Cesario Console presso lo stazionamento della linea 128.
  • Chiusi ascensore e scale di via Acton.

 

Potrebbe anche interessarti