Isolato il ceppo italiano del coronavirus: nel team 3 ricercatrici precarie

Il ceppo italiano del coronavirus è stato isolato presso l’ospedale Sacco di Milano. I ricercatori sono riusciti a isolare il virus di 4 pazienti di Codogno, la città da cui è partito il contagio nel resto della Lombardia e, dunque, nelle altre regioni del paese.

Ad annunciarlo è il professor Massimo Galli, direttore dell’Istituto di scienze biomediche, attraverso l’Ansa. Una scoperta che consentirà di capire cosa sia successo, come il virus abbiamo fatto a circolare e in quanto tempo. Lo step seguente sarà quello di studiare lo sviluppo degli anticorpi per la preparazione dei vaccini e dei farmaci.

Tra i ricercatori ci sono tre precarie: Annalisa Bergna, Arianna Gabrieli e Alessia Loi. Fanno, inoltre parte del team il polacco Maciej Tarkowski e il professor Gianguglielmo Zehende.

Il ceppo originale, invece, era stato isolato da tre ricercatrici meridionali presso lo Spallanzani di Roma. La più giovane di queste è anch’ella precaria, nonostante lavori presso l’ospedale da ben sei anni.

Potrebbe anche interessarti