Coronavirus a Ischia, i 100 turisti riportati a casa con una bottiglia di limoncello

“È partita stanotte da Ischia in piena sicurezza la comitiva di turisti proveniente dalla Lombardia. L’Asl Napoli 2 ha svolto tutte le verifiche necessarie e nessuno, anche tra i contatti avuti sull’isola, è risultato sintomatico.

“Con la nostra Protezione Civile e il Dipartimento di prevenzione è stato organizzato il loro rientro a casa. Sono stati accolti con la solita grande ospitalità e amicizia a Ischia, e sono ripartiti portandosi dietro questi sentimenti, a cui è stato unito anche un beneaugurante ricordo dell’isola, simbolicamente rappresentato dall’omaggio di una bottiglia di limoncello. Saremo felici di accoglierli ancora appena sarà passata l’emergenza”.

Questo è quanto afferma Vincenzo De Luca in un post pubblicato su Facebook in merito alla comitiva di 100 persone che era rimasta bloccata a Ischia e messa in quarantena, dopo che un uomo di 78 anni di Brescia (facente parte del gruppo) era risultato positivo al Coronavirus.

L’uomo, che alloggiava in un albergo di Forio, attualmente è ricoverato all‘ospedale Cotugno di Napoli e al momento le sue condizioni risultano essere discrete.

La conferma definitiva della positività al Coronavirus è arrivata martedì sera da parte dell’Istituto Superiore della Sanità. L’uomo, era arrivato a Ischia lo scorso 23 febbraio insieme ad una comitiva di amici provenienti da Brescia e dalla provincia di Varese.

I cento turisti che alloggiavano nell’albergo sono stati dunque trasferiti con un traghetto speciale, ieri pomeriggio, a Napoli. L’operazione di rientro è stata organizzata dalla task force della Regione e della Protezione Civile con il coordinamento dell’Autorità marittima. La comitiva in quarantena ha viaggiato con una nave dedicata aperta, che è partita dal porto di Ischia con destinazione Pozzuoli. Di qui tutti i turisti sono tornati ai Comuni di provenienza dove dovranno comunque essere messi in quarantena per un certo periodo, obbligatorio per legge.

Per quanto riguarda invece il personale dell’albergo, sono ancora in corso i controlli sanitari, ma la struttura è stata già bonificata e sanificata.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più