Coronavirus, terza vittima in Campania: donna morta per edema polmonare

coronavirus terza vittimaC’è una terza vittima in Campania a causa del coronavirus. Si tratta di una donna di 81 anni, morta nella mattinata di ieri.

Secondo quanto riporta il Mattino, l’anziana era originaria di Ottaviano, ed è arrivata ieri mattina al pronto soccorso di Nola. La terza vittima del coronavirus in Campania presentava un edema polmonare, e non ce l’ha fatta a superare la crisi. La donna è deceduta al pronto soccorso.

Il tampone effettuato dopo la morte ha accertato che la vittima era affetta da Coronavirus. Al presidio d’urgenza dell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola hanno quindi sospeso l’attività per sanificare i reparti. Tuttavia, fanno sapere dalla direzione generale dell’Asl Napoli 3 Sud, “Nessun medico è stato messo in quarantena“.

In tutto la nostra Regione ha contato tre vittime dell’infezione da Covid-19. Il primo a morire dopo aver contratto il virus è stato un 47enne affetto da diverse patologie. La seconda vittima è stata una donna di 80 anni di San Prisco (provincia di Caserta).

Nel frattempo, il governatore della Campania Vincenzo De Luca si dimostra più che deciso a combattere l’epidemia e usa parole molto dure contro chi non rispetta l’ordinanza della Regione. “Per prevenire il contagio di massa occorre il pugno di ferro“, ha affermato De Luca. “Se non lo fa il governo lo faremo noi“.

Potrebbe anche interessarti