La Chiesa al tempo del coronavirus: diretta tv per la messa, niente processioni e via Crucis

messa tv

Tutti i credenti che non possono andare in chiesa a sentire la messa potranno vederla in diretta tv. Lo annuncia il cardinal Crescenzio Sepe sul sito della Curia di Napoli spiegando come dalla prossima domenica sarà possibile seguire la messa delle 9.30 stando tranquillamente seduti sul divano di casa.

“Con tale animo, poiché come e’ noto, sono sospese tutte le celebrazioni delle Sante Messe comunitarie, a qualsiasi titolo e senza eccezione, volendo far sentire la vicinanza della Chiesa a ogni famiglia, ho pensato di celebrare la Santa Messa domenicale alle 09.30, in diretta televisiva, avvalendomi della generosa disponibilità dell’emittente canale 21 ( n°12 del digitale terrestre)”

Inoltre il Cardinale ha voluto spiegare come cambiano le cerimonie civili e religiose che al momento sono sospese fino al 3 aprile. Ecco nel dettaglio cosa accadrà:

Funerali: si proceda alla benedizione della salma al cimitero ove possibile, oppure all’aperto davanti alla casa del defunto, evitando comunque assembramenti. Laddove il decesso avviene in una struttura ospedaliera si consiglia di procedere in loco alla benedizione della salma.

Matrimoni e battesimi:  e’ necessario il rinvio. Per gravi e comprovate situazioni particolari, va consultato l’ordinario della diocesi attraverso il parroco.

Ministri straordinari della comunione: si sospende la comunione agli ammalati. Per situazioni di particolare gravità sarà il parroco a provvedere.

Catechesi e attività  formative parrocchialipoichè non sono possibili nei locali parrocchiali e al fine di continuare il cammino formativo, si consiglia di utilizzare gli strumenti telematici come streaming, facebook…

Servizi parrocchiali di segreteria: restano attivi, come quelli di curia, per soddisfare ogni possibile richiesta;

Benedizioni di case e esercizi commerciali: e’ necessario il rinvio

Servizi caritas: possono continuare i servizi essenziali , quali le mense, gli empori, i dormitori, i centri di ascolto… con tutte le cautele del caso e la prudenza necessaria;

Pietà popolare: sono sospese tutte le manifestazioni di pietà popolare pubblica, come via crucis, stazioni quaresimali, pellegrinaggi, processioni…

Tribunale ecclesiasticol’attività resta sospesa come avviene per i tribunali civili.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

 

Potrebbe anche interessarti