Emergenza Coronavirus: guida per l’utilizzo corretto di mascherine e guanti protettivi

coronavirusMascherine e guanti monouso, una breve guida all’utilizzo: dopo l’annuncio delle stringenti direttive da parte del Governo a causa dell’emergenza Coronavirus, l’uso di mascherine e guanti monouso è aumentato massicciamente. Da qualche giorno, infatti, la stragrande maggioranza delle persone che escono di casa per necessità (recarsi sul posto di lavoro, fare la spesa, ecc…) indossano mascherine, guanti o entrambi.

Nonostante ciò, però, non tutti sanno come s’indossano, come si tolgono o, addirittura, come si utilizzano correttamente queste protezioni. Ecco, quindi, cinque punti base per quanto riguarda l’utilizzo delle mascherine protettive:

  1. Prima di indossare una mascherina, è necessario pulire le mani con un disinfettante a base di alcool o con acqua e sapone;
  2. Nel coprire la bocca e il naso, bisogna assicurarsi che non vi siano spazi tra il viso e la mascherina;
  3. Evitare di toccare la mascherina mentre la si utilizza e, se necessario farlo, pulire prima le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone;
  4. Sostituire la mascherina con una nuova non appena è umida e non riutilizzare le mascherine monouso;
  5. Per togliere la mascherina, invece, sarà necessario rimuoverla da dietro (senza toccare la parte anteriore), buttarla immediatamente in un contenitore chiuso e, infine, pulire le mani con un detergente a base di alcool o acqua e sapone.

Per quanto riguarda l’utilizzo dei guanti monouso (che, ricordiamo, non devono essere puliti per poter essere riutilizzati ma semplicemente gettati via, soprattutto in caso di danneggiamento), invece, ecco alcuni punti base da seguire:

  1. Lavare le mani;
  2. Rimuovere singolarmente i guanti dalla confezione per evitare la contaminazione di guanti posti più in basso (se si tratta di confezioni con una grande quantità di prodotto);
  3. Tenendo il polsino del guanto, tirarlo in posizione, facendo attenzione a non contaminare il guanto con il contatto con la cute di chi lo indossa. Questo è particolarmente importante quando si calza il secondo guanto: in questo momento, infatti, la mano già coperta dal primo guanto può toccare la pelle della mano non coperta se non si prendono precauzioni;
  4. Rimuovere i guanti con attenzione facendo attenzione a non contaminare le mani o l’ambiente circostante toccando la parte esterna dei guanti usati (rimuovere il primo guanto afferrando la parte esterna del guanto sul polso e sfilandolo in modo tale da rovesciarlo una volta rimosso e rimuovere il secondo guanto facendo scivolare le dita della mano non protetta all’interno del polso del guanto sfilandolo in modo tale che sia rovesciato);
  5. Gettare via i guanti;
  6. Lavarsi nuovamente le mani.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

Questa è una piccola guida di base all’utilizzo di mascherine e guanti protettivi ma ci sono tanti altri piccoli atteggiamenti che ognuno di noi attua ogni giorno e che non sono corretti. Quando andiamo al supermercato a fare la spesa, ad esempio, non è corretto toccare troppi prodotti (soprattutto se non finiranno poi nel nostro carrello).

Allo stesso modo non è corretto toccare spesso la mascherina o utilizzare lo smartphone con i guanti che dovrebbero proteggerci e che, invece, lasciamo contaminare dal cellulare (ricettacolo di germi). Anche toccarsi altre parti del corpo non protette con i guanti non è corretto: non significa altro che contaminare un dispositivo di protezione.

Fonti: Ministero della Salute e Nurse24.it.

Potrebbe anche interessarti