Benevento, primo morto per Coronavirus: era un 57enne Capo del 118. Mastella: “State a casa per evitare la catastrofe”

Il coronavirus arriva anche a Benevento. Come comunicato dal sindaco Clemente Mastella c’è il primo morto nella provincia sannita. Si tratta di un uomo di 56 anni, Capo del 118. Nella nostra regione al momento si registravano 641 positivi, soli pochi casi a Benevento ma oggi c’è la prima vittima.

Queste le parole del primo cittadino:

“Il primo morto di Coronavirus a Benevento. In ospedale. È della provincia. E c’è chi scherza. State a casa”.

In una successiva diretta sul profilo Facebook, Mastella spiega:

“Abbiamo il primo morto avvenuto nell’Ospedale di Benevento e si tratta di un signore che è della provincia. Tra l’altro un uomo particolare perché era il capo del 118. Sembravamo essere fuori dal circuito delle morti, e voglio dire a chi fa corsette e assembramenti, a chi porta dieci volte il giorno il cane a passeggio, di stare a casa. Questo non è il momento di contare i giorni che si separano da quando usciremo fuori dal tunnel, dobbiamo vivere e capire come condividere stando nel tunnel, senza un poco di luce. Per i giovani è più complicato ma drammaticamente è così. Dobbiamo convivere con il sacrificio affinché non ci sia la catastrofe che arrivi al mezzogiorno. La natura del contagio arriva da quelli del Nord, non c’era da noi un focolaio, c’è alle porte nostre.

Laddove c’è una scossa di terremoto, come è capitato mesi fa, cosa si deve fare per evitare assembramenti? Abbiamo paura ma dobbiamo fare attenzione a disporci secondo le indicazioni del governo. Oggi era il giorno della zeppola, quelli che vendono pane mica possono vendere altre cose. La vicenda non si chiude il 3 aprile, c’è disperazione delle famiglie in genere, non vorrei che arrivassimo a conflitti sociali ed esasperazione. Bisogna avere calma perché questo è un momento difficile. Non può un sindaco decidere di non far pagare le tasse, lo deve decidere lo stato”.

Potrebbe anche interessarti