Coronavirus, GORI sospende il pagamento delle bollette: come fare domanda

coronavirus goriL’emergenza nazionale ha portato a decisioni drastiche da parte del governo, in ultimo quella annunciata ieri sera dal presidente Giuseppe Conte di chiudere tutte le attività non indispensabili. In un momento così difficile, a causa della diffusione del coronavirus, la Gori ha deciso di introdurre misure a sostegno dei cittadini, tra cui la sospensione dei pagamenti e la rateizzazione per coloro in maggiore difficoltà economica.

Conformemente ai provvedimenti emanati dal Governo e dall’Authority di settore (ARERA), al momento valide fino al prossimo 3 aprile, a partire dallo scorso 12 marzo GORI ha cessato le interruzioni di fornitura idrica per morosità e ha provveduto a riattivare le forniture sospese successivamente alla data del 9 marzo. Inoltre, dallo scorso 5 marzo GORI ha sospeso le attività di sollecito del credito scaduto.

Sempre in considerazione del momento difficile che stiamo vivendo, a cui conseguono anche problematiche di natura economica per famiglie e imprese, l’azienda ha poi adottato importanti misure relative al pagamento delle bollette.

In particolare:
• per le bollette scadute prima del 9 marzo, è possibile richiedere il posticipo del pagamento al 06/04/2020, per l’importo della fattura o dell’intero saldo dell’utenza, oppure la rateizzazione del pagamento con la prima rata in scadenza il 06/04/2020;
• per le bollette con scadenza compresa tra il 10/03/2020 e il 03/04/2020, invece, è possibile richiedere il posticipo del pagamento della fattura di 30 giorni rispetto alla data di scadenza oppure la rateizzazione con la prima rata in scadenza il 06/04/2020.

Le richieste potranno essere inoltrate contattando il Numero Verde Commerciale 800900161 (gratuito da rete fissa) e 0810206622 (da rete mobile). Gli operatori rispondono dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 17:30 ed il sabato dalle 09:00 alle 13:00. È possibile, inoltre, inviare apposita e-mail all’indirizzo sportellotelefonico@goriacqua.com.

Si specifica che non sarà applicato alcun interesse di mora nel periodo dal 10 marzo al 3 aprile per le somme scadute e si invitano gli utenti a non tenere in considerazione eventuali solleciti di pagamento che eventualmente venissero recapitati in questi giorni: si tratta di affidamenti fatti al vettore postale in data precedente al provvedimento di sospensione.

Nella certezza che tutte le misure adottate rappresenteranno un sostegno reale alle famiglie in difficoltà, GORI confida nella massima collaborazione e nel senso civico di tutti gli utenti che in questo momento non vivono particolari situazioni di disagio economico, invitando a pagare regolarmente le bollette del Servizio Idrico Integrato: ciò consentirà la normale prosecuzione del servizio e, soprattutto, renderà più agevole l’adozione di misure straordinarie destinate agli utenti più deboli ed in difficoltà economica.

A tal proposito, si ricorda che per effettuare il pagamento delle bollette non è necessario spostarsi da casa: oltre che con l’attivazione della domiciliazione su conto corrente, è possibile farlo online, attraverso l’Area Clienti MyGORI, oppure utilizzando tutte le altre modalità presenti nella sezione “modalità di pagamento” del sito web www.goriacqua.com.

Potrebbe anche interessarti