Coronavirus, ospedali italiani chiedono la “cura Ascierto”: a Padova salvati 30 pazienti

Il farmaco per l’artrite tocilizumab continua ad essere testato sui pazienti colpiti dal coronavirus in gravi condizioni.

Arrivano buoni risultati per tocilizumab anche da Padova – ha detto il dottor Paolo Ascierto a Cronache di Napoli – dove per ora sono 30 i pazienti che hanno evitato la rianimazione grazie all’effetto antinfiammatorio del farmaco sulla polmonite da Covid-19“.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene

Ci rende consapevoli perché è solo con la conoscenza che possiamo controllare la paura e trovare nuovi mezzi e strategie per battere il virus. Più si conosce, prima si sconfigge“, ha aggiunto Ascierto.

Il farmaco usato per l’artrite ha salvato già diversi pazienti napoletani e uno nel Lazio. Sono sempre di più gli ospedali italiani che richiedono la sperimentazione, approvata dall’Aifa.

I medici napoletani avevano collaborato e scambiato informazioni con i medici cinesi che già avevano sperimentato il tocilizumab, salvando in Cina 19 pazienti su 20. Ora l’Italia spera grazie a questa intuizione tutta napoletana.

Potrebbe anche interessarti