Ascierto a Cartabianca sul farmaco: “Si sono iscritti 464 ospedali, aspettiamo i dati”

Il Dott. Paolo Antonio Ascierto, ricercatore italiano e oncologo presso l’Istituto Pascale di Napoli, nella puntata del programma “Cartabianca” condotto da Bianca Berlinguer di ieri 24 marzo 2020, si è espresso in merito ai risultati e alla sperimentazione del farmaco usato per la cura dell’artrite reumatoide, il tocilizumab, che sta dando buoni esiti e sta curando parte dei contagiati da Covid-19 che grazie al farmaco stanno avendo miglioramenti significativi.

“In questo momento c’è la sperimentazione, poco fa sul sito dell’Aifa è stato riportato anche il bollettino dove si dice che è stato completato l’arruolamento dello studio prospettico fase 2, 330 pazienti e si sono iscritti 464 ospedali, 209 hanno inserito per lo meno un paziente. In questo momento continua anche lo studio prospettico. Quello che posso dire è che prima dello studio l’azienda che produce il Toci, ne aveva distribuiti più di mille trattamenti, e comunque continua la distribuzione. Possiamo dire che sono centinaia adesso i pazienti trattati.

Quello che abbiamo visto da oncologi che utilizzavano l’immunoterapia è che alcuni effetti collaterali di questa immunoterapia sono molto simili ai processi che avvengono nel Covid-19. Di qui questa idea: l’artrite reumatoide è una malattia autoimmunitaria, quindi da qui viene l’idea. In questo momento aspettiamo i dati della sperimentazione che sono gli unici che con rigore scientifico ci dicono se funziona o meno“. L’arrivo dei dati è previsto non prima di 4 settimane quindi si dovrà attendere ancore un po’ prima di sapere con certezza se il farmaco tocilizumab funziona oppure no.

Potrebbe anche interessarti