Coronavirus a Napoli, il Cardinale Sepe è risultato negativo al tampone

Cardinale SepeIeri in tarda serata è arrivato il risultato del tampone al quale era stato sottoposto il cardinale Crescenzio Sepe. Oltre a lui hanno effettuato il tampone anche alcuni tra i suoi più stretti collaboratori, tra cui delle suore che quotidianamente sono in contatto con l’arcivescovo. Fortunatamente sono risultati tutti negativi.

I medici dell’Asl, da ieri mattina stanno effettuando tutte le dovute verifiche e controlli tra il personale dell’arcivescovato, in modo da fare un elenco dei possibili contagiati da padre Giuseppe, risultato positivo al tampone. I vertici della Curia informano che il segretario di Sepe si trovava da alcuni giorni a casa in malattia. Ma una nota diffusa ieri mattina da Sepe ci informa che “Gli uffici della Curia arcivescovile sono già chiusi da due settimane”.

Intanto don Giuseppe Mazzafaro, segretario particolare del cardinale Crescenzio Sepe, è ricoverato presso l’Ospedale Cotugno. Secondo l’ultimo bollettino medico di ieri sera, le sue condizioni non risultano particolarmente gravi, però al momento Mazzafaro respira con l’uso della bombola d’ossigeno.

I medici non hanno ritenuto necessario il trasferimento dell’uomo in terapia intensiva. I sanitari però affermano che il virus è imprevedibile e che quindi anche situazioni apparentemente stabili come quella di Mazzafaro rischiano di peggiorare in poche ore. Bisognerà dunque attendere ancora alcuni giorni affinchè i farmaci facciano il loro effetto, prima di definire lo stato di salute di don Giuseppe Mazzafaro.

Potrebbe anche interessarti