Coronavirus, positivo collaboratore di Sepe: cardinale in quarantena

cardinale sepe quarantenaAnche il Cardinale Crescenzio Sepe è costretto alla quarantena. Un suo collaboratore, don Giuseppe Mazzafaro, è infatti risultato positivo al Coronavirus.

Il sacerdote presentava sintomi influenzali da diversi giorni. Adesso è stato ricoverato all’Ospedale del Mare, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. “Ho difficoltà di respirazione“, ha dichiarato don Mazzafaro al Corriere del Mezzogiorni, “e non ce la faccio a parlare. Grazie per l’interessamento, e speriamo bene“.

Adesso starà all’ASL Napoli 1 ricostruire la catena dei contatti del sacerdote. Il Cardinale Sepe, a sua volta, è in quarantena preventiva. L’arcivescovo di Napoli al momento sta bene e sarà sottoposto a tampone nelle prossime ore. Gli uffici della curia arcivescovile sono già chiusi da due settimane, e il cardinale si trova da solo nel suo appartamento.

LEGGI ANCHE
La spesa ai tempi del coronavirus: a Napoli torna di moda "'o panaro"

Nel frattempo, la curva dei contagi da Covid-19 in Campania sembra cominciare a calare. Al momento, i positivi in Campania risultano essere 1103. Stando al bollettino delle 22:30 di ieri, erano 77 i casi di Coronavirus in più individuati nella nostra regione (in lieve calo rispetto ai 90 di due giorni fa).

Intanto la Campania si attiva per fermare il prima possibile l’epidemia. Da ieri, 23 marzo, sono iniziati i controlli dell’esercito in vari comuni campani, attesi già per il 19 marzo. Pattuglie formate da due o più soldati hanno iniziato a controllare parecchie zone, fermando chiunque si apprestava a uscire di casa.

Potrebbe anche interessarti