Coronavirus, Ischia blindata a Pasqua e Pasquetta: vietato lo sbarco dalla terraferma

Ischia diventa off limits per l’intera settimana santa: vietato lo sbarco ai proprietari delle seconde case. La nuova ordinanza per contenere la diffusione del coronavirus è stata emanata dai sindaci dei sei comuni dell’isola campana.

Sull’isola di Ischia, infatti, già sono stati registrati 33 casi e sono tanti gli immobili di proprietà di persone non domiciliate stabilmente sul posto. Il nuovo provvedimento sarà messo in atto sino a Pasquetta. I trasgressori, oltre alla sanzione prevista dalla legge in vigore in materia di Covid-19, saranno messi in quarantena nella propria abitazione. In più, saranno segnalati alla autorità giudiziaria.

“ Di concerto con gli altri Comuni isolani abbiamo deciso di interdire lo sbarco per i nostri concittadini napoletani, proprietari di seconde case sulla nostra isola. Il quadro normativo vigente – spiega su Facebook il primo cittadino di Ischia, Enzo Ferrandino – compresa la rinnovata ordinanza comunale per i residenti che si allontanavano per periodi superiori alle 48 ore, già vietava lo sbarco, ma con l’ordinanza n. 46 abbiamo rinvigorito le conseguenze sanzionatorie. Per i probabili trasgressori, prevedendo per questi ultimi il reimbarco ad horas a loro spese.
Tale misura assolutamente non vuole essere figlia di rigurgiti discriminatori – sottolinea il sindaco – o di inospitalità ma diretta conseguenza dell’emergenza sanitaria e delle conseguenti politiche di isolamento e contenimento sociale. Le forze dell’ordine vigileranno il puntuale rispetto dei dispositivi vigenti ” .

Tra i comuni più affollati in questo periodo c’è Serrara Fontana, scelto per i picnic. “Saranno intensificati i controlli a pasqua e pasquetta – fa sapere invece, sempre attraverso i social, il sindaco Rosario Caruso – e utilizzeremo anche il drone sui punti dove solitamente si trascorreva la pasquetta” . L’unico modo per uscire da questa emergenza è in effetti evitare contatti sociali.

LEGGI ANCHE
Napoli. Coronavirus, attenti ai falsi avvisi che annunciano controlli nei condomini

Potrebbe anche interessarti