Campania, pugno duro di De Luca per Pasqua: controlli serrati sugli spostamenti

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha inviato a tutti gli Enti ed Autorità competenti una nota in cui ribadisce il fermo divieto di spostamenti in Campania durante le vacanze di Pasqua. In particolare, il presidente invita a mettere in atto ogni sforzo per far rispettare le disposizioni previste a chi rientra fuori regione.

Nella nota si raccomanda agli Enti e alle Autorità competenti “di intensificare, a decorrere dalla data odierna e fino al 13 aprile 2020 le attività di competenza relative ai controlli presso caselli autostradali, stazioni ferroviarie, porti ed aeroporti al fine di assicurare il rigoroso rispetto delle disposizioni dei DDPCM sopra menzionati e delle ordinanze sopra citate e di applicare, in caso di trasgressione, le sanzioni statali (sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 ad euro 3000, oltre alle altre misure previste dall’art.4 decreto legge n.19/2020) e le misure sanitarie all’uopo previste dalle ordinanze medesime (tra cui obbligo di permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni)“.

Il divieto di spostamenti in Campania è più importante che mai in un periodo come quello delle vacanze di Pasqua. Nei giorni in cui molte persone si riverseranno in strada per gli acquisti o semplicemente vorranno fare una passeggiata, non si possono non moltiplicare i controlli. È per questo che nella nostra Regione sono stati inviati altri 100 militari, che affiancheranno le forze di polizia.

Potrebbe anche interessarti