Coronavirus, tre regioni italiane verso i contagi zero: due sono del Sud

medico coronavirusUmbria, Basilicata e Molise saranno probabilmente le prime tre regioni a raggiungere i contagi zero, e quindi a uscire dall’emergenza Coronavirus. Ad affermarlo è l’epidemiologo Giovanni Tripepi, dirigente di ricerca dell’istituto di fisiologia clinica del Cnr di Reggio Calabria, in un’intervista del Messaggero a firma di Maria Lombardi.

L’incidenza dei casi è prossima allo zero“, afferma Tripepi. “Sia la Basilicata che il Molise sin dall’inizio hanno avuto un carico di malattia inferiore alle altre regioni, sono state sempre agli ultimi posti per numero dei contagi e l’Umbria tra le ultime sei. Ieri in Molise si sono registrati zero nuovi casi, in Umbria uno e in Basilicata 4.

Questo andamento era previsto osservando il trend dei nuovi casi giornalieri. Secondo il modello matematico del professor Franco Peracchi, in Basilicata e Umbria l’epidemia si sarebbe dovuta fermare il 7 aprile. Per il Molise non era prevista una data“.

Secondo il modello di Franco Peracchi di cui parla Tripepi, poco dopo le regioni sopracitate anche la Campania dovrebbe raggiungere i contagi zero. Tuttavia, i focolai scoppiati a Napoli e in provincia fanno ritardare di molto le stime della fine dell’epidemia nella nostra Regione.

Per quanto riguarda il resto d’Italia, Tripepi afferma: “Siamo nella fase discendente, ci stiamo avviando verso l’R0. Non è facile prevedere quando arriverà, ma secondo le stime del professor Peracchi raggiungeremo i contagi zero tra il 5 e il 16 maggio, a patto che continuiamo a rispettare tutte le prescrizioni“.

Potrebbe anche interessarti