Sindaci flegrei contro De Luca: “Contagi avvenuti non per colpa dei cittadini ma per via dell’Ospedale”

ospedale contagi

Sono circa 40 i casi accertati ad oggi di positività al coronavirus che riguardano il personale sanitario e alcuni pazienti dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Qualcosa non ha funzionato nelle procedure di sicurezza all’interno della struttura medica e lo dicono a gran voce i sindaci dell’area flegrea.

Riuniti nei giorni scorsi per chiedere interventi urgenti all’Asl Napoli 2 Nord, ora scelgono di difendere i propri cittadini sui social. Secondo i primi cittadini il dilagare dei contagi non è infatti dovuto a comportamenti irresponsabili degli abitanti bensì ai problemi sorti nell’Ospedale. Non usa mezzi termini il sindaco della città puteolana, Vincenzo Figliolia:

“Un grazie alla città per il comportamento che avete avuto in questi 40 giorni, atti di grandi sacrifici, di responsabilità e di grande senso civico. Sono orgoglioso di voi per lo spessore che è stato dimostrato dalla città di Pozzuoli. Il presidente De Luca preso dalla miriade dei problemi della Regione Campania non ha avuto modo e tempo di conoscere quello che stava accadendo ed è accaduto nella città di Pozzuoli e nei campi flegrei presso la struttura ospedaliera Santa Maria delle Grazie. L’emergenza sanitaria determinata da quello che è accaduto lì e quindi non è giusto che la colpa degli aumenti dei contagi è data alla città che non ha rispettato la regola di rimanere a casa. Il contrario, i fatti e i numeri lo dimostrano. L’aumento dei contagi (ieri 12 casi) più i 4 di oggi, dimostrano che sono tutti legati alla filiera dell’emergenza sanitaria nell’ospedale. Senza fare polemica siamo tutti impegnati a superare questa fase critica. Stiamo cercando di mettere in sicurezza il sistema sanitario dell’ospedale. Ovviamente i fatti parlano e dimostrano che più di qualcosa non ha funzionato e i contagi sono dovuti a problemi nella struttura ospedaliera. Per questo sono stati presi provvedimenti per superare questa fase come una triade che sta lavorando con i sindaci”. 

Gli fa eco il sindaco di Bacoli, Josi della Ragione:

“Ma davvero qualcuno crede (o, peggio ancora, vuole farci credere) che gli aumenti esponenziali di casi positivi al Coronavirus nei Campi Flegrei, avvenuti negli ultimi giorni, siano dovuti a “contagi familiari”, “atteggiamenti scorretti” o a “comportamenti poco responsabili avuti da parte di gruppi di cittadini”? Voglio essere molto chiaro. Qui da noi “la diffusione dell’epidemia” è causata unicamente dalla grave problematica che si sta verificando presso l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. E mi fermo qui. Punto. Perché oggi il nostro unico obiettivo è quello di adottare, e far adottare, tutte le misure necessarie utili a scongiurare il peggio. Oggi. Domani, dopo aver vinto questa guerra, capiremo le responsabilità. Ho profondo rispetto istituzionale per tutti. Ma ciò deve avvenire reciprocamente. Perché qui nessuno ha l’anello al naso. Nessuno. La situazione è molto seria, molto critica. Bisogna intervenire con immediatezza, con atti concreti. Subito”.

 

Ieri infatti De Luca aveva parlato di alcune zone della Campania dove si registravano più casi a seguito di comportamenti scorretti e contagi famigliari, tra cui Pozzuoli con 52 contagi. Una versione smentita dai sindaci dell’area flegrea.

Potrebbe anche interessarti