Coronavirus, De Magistris sulla Fase 2: “Più bici ed aree pedonali”

Coronavirus Fase 2 pista ciclabileIl Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha dichiarato che la Fase 2 della quarantena posta per il Coronavirus, prevederà l’utilizzo maggiore di biciclette e aree pedonali a discapito delle automobili.

Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come si previene.

Il 4 maggio diventa sempre più vicino. Tutta Italia ha segnato la data sul calendario per quella che dovrebbe essere la fine della quarantena.

Ma questo non significa che tutto torni a come era prima dell’emergenza. Bisognerà continuare a fare la massima attenzione. Sarà obbligatorio l’uso delle mascherine.

Inoltre non riprenderanno i concerti fino al 2021, così come per i cinema che sono luoghi di maggiore assembramento.

Per questo motivo la vita non tornerà ad essere subito come quella del 2019, dato che tutto il 2020 è stato caratterizzato dalla pandemia. La normalità tornerà certamente, ma ci sarà bisogno di tempo.

Queste le parole di de Magistris a Radio24: “Sul tema dei trasporti dobbiamo aspettare le indicazioni del Governo su quali saranno i limiti. Ma noi intanto ci stiamo organizzando per fare corse con un minor numero di passeggeri, con mascherine obbligatorie.

“Stiamo anche lavorando per organizzare una mobilità alternativa con meno macchine e in cui punteremo molto sulle bici. Come già abbiamo fatto in questi anni ma lo faremo ancora di più e sulle pedonalizzazioni perché questo può aiutare.

Utilizzeremo molto i servizi sociali e di educativa territoriale, per stare vicino a bambini e agli anziani questa estate, perché è presumibile che molti napoletani non potranno andare in villeggiatura per molti motivi. Pensiamo anche, qualora si possa andare in spiaggia, all’utilizzo migliore delle nostre spiagge, anche quelle libere: non è giusto far lavorare solo i lidi a pagamento, perché se è mare, dev’essere mare per tutti.

Potrebbe anche interessarti