Regione Campania, l’asporto potrebbe ripartire dalla settimana prossima

È possibile che l’asporto riparta in Campania a partire dalla settimana prossima, e che riaprano contestualmente altre attività rimaste chiuse finora. A comunicarlo è la Regione Campania in una nota:

È in corso una riunione della task force regionale per valutare la possibile apertura, dall’inizio della prossima settimana, delle attività legate al cibo da asporto, alle librerie e alle cartolerie.
La task force sta lavorando alla definizione delle misure precauzionali a tutela dei dipendenti e degli utenti, a cominciare dagli interventi di disinfezione e sanificazione dei locali dopo molte settimane di inattività”.

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca aveva già annunciato che la giunta regionale avrebbe valutato una possibile ripresa dell’asporto in Campania, durante il suo aggiornamento di venerdì scorso sull’epidemia di Coronavirus. Il governatore De Luca aveva tenuto a sottolineare che avrebbero preso questa decisione sulla base dello stato attuale dell’epidemia, e non spinti da pressioni esterne.

Le pressioni, in effetti, non sono state poche. Tra i diversi ristoratori che hanno chiesto una ripresa delle consegne a domicilio c’è stato anche Gino Sorbillo. “In Campania ci sono BENI NON DI PRIMA NECESSITÀ che si possono sempre ordinare tranquillamente e che vengono consegnati con regolarità presso le abitazioni una continuazione dai fattorini”, aveva sottolineato Sorbillo.

Perché la pizza che è un pasto completo che sfama le persone e le tiene incollate a casa non può essere consegnata?”. Il noto imprenditore napoletano aveva quindi invitato De Luca a sostenere le piccole attività locali, e non gli e-commerce che stavano facendo “affari d’oro“.

Potrebbe anche interessarti