De Luca in conferenza: “La palude burocratica si mangia il paese”

Vincenzo De LucaPochi minuti fa è intervenuto Vincenzo De Luca in diretta facebook per aggiornare i cittadini come ogni venerdì. Uno dei punti su cui si è soffermato il governatore è la questione economica relativa ad eventuali prestiti dell’Unione Europea.

Oltre però alle decisioni economiche legate all’UE, De Luca dichiara che il vero problema del Belpaese è la burocrazia. O meglio come ha lui stesso definito “una palude burocratica“. Questo è secondo lui il vero cruccio dell’Italia prima ancora delle questioni relative all’Unione Europea. Per quanto riguarda quest’ultima, invece, De Luca sarebbe orientato a chiedere un’ampia linea di credito da restituire in 10-15 anni a tasso zero. 

Non persegue dunque la linea del prestito europeo a fondo perduto perché “soldi non ne regala nessuno”. Queste le parole del governatore della Campania Vincenzo De Luca: “In relazione alle vicende europee il dibattito si sta sviluppando in questi termini. C’è chi ritiene che si possa contrattare con l’Unione Europa una linea di credito importante, e chi ritiene che l’Italia possa e debba avere in regalo centinaia di miliardi. A me pare che stiamo perdendo tempo, perché soldi non ne regala nessuno.”

“Quello che può ottenere l’Italia è una linea di credito molto ampia diluita nell’arco di 10-15 anni, e possibilmente a tasso 0. Questa mi pare l’unica cosa che possiamo strappare. Soprattutto la cosa che rimane sullo sfondo ed è decisiva è la realtà demenziale della palude burocratica del nostro paese. Se l’UE ci desse domani 500 miliardi euro a fondo perduto da spendere, in Italia non saremmo in grado di spenderli.

“La situazione drammatica dell’Italia è questa. Abbiamo ridotto, non la burocrazia che è una cosa seria, ma lo stato italiano in uno stato tale che la palude burocratica si mangia il paese. Questa è la verità e nessuno è in grado di mettere mano al vero nodo del nostro paese.”

 

Potrebbe anche interessarti