Razzismo in diretta, il Comune di Napoli querela Feltri e Giordano

napoli feltri giordanoIn molti sono rimasti indignati dalle affermazioni razziste pronunciate di recente da alcuni esponenti del mondo giornalistico nei confronti del Meridione. Il Comune di Napoli ha preso al riguardo una decisione radicale: querelare Feltri e Giordano.

Il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha firmato oggi la querela nei confronti di Vittorio Feltri e di Mario Giordano per i reati di diffamazione a mezzo stampa, aggravata dall’odio razziale, e di istigazione all’odio razziale.
Il Sindaco, per conto del Comune di Napoli, quale persona offesa, ha nominato difensori gli avv. Fabio Maria Ferrari e Marco Buzzo che provvederanno ad inoltrare la querela del primo cittadino alla Procura della Repubblica del Tribunale di Milano, territorialmente competente.

Un atto doveroso nei confronti delle frasi diffamatorie pronunciate dal direttore di Libero, Vittorio Feltri. Le sue affermazioni hanno scatenato accese polemiche, soprattutto sui social. In primis, tuttavia, era da condannare il giornalista e conduttore Mario Giordano, che durante la trasmissione si era limitato a dire “Direttore, così me li fa arrabbiare“.

Giordano, però, non aveva speso una parola per smentire le dichiarazioni di Feltri meridionali. Successivamente, nel corso di un’edizione del TG4, Giordano si era dissociato senza scusarsi, anzi cercando di giustificare Feltri, gesto che non è passato inosservato.

Potrebbe anche interessarti