Il presidente dell’Eav: “Affollamento sulla Circum? Solo su un treno. Da domani corse rafforzate”

affollamento circum

Il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, risponde ad Adolfo Vallini dell’Esecutivo Provinciale USB Lavoro Privato, che questa mattina aveva denunciato un affollamento dei treni della cumana. Persone una addosso all’altra a causa, secondo il sindacalista, dell’uso dimezzato del servizio (circa il 60% dei treni).

Un affollamento che per De Gregorio è avvenuto solo un treno. Queste le sue parole:

“Stamattina la situazione è risultata regolare e compatibile con le norme sanitarie sul trasporto pubblico su tutte le linee EAV. Un problema si è generato soltanto su un solo treno della circumflegrea delle ore 7. Il treno, ad una sola composizione, accoglie normalmente e nel rispetto delle norme circa 400 persone, questa è la capienza prevista per il treno. La capienza massima prevista invece per garantire il distanziamento sociale è di 100 persone su quel treno. Il treno lungo il percorso si è affollato arrivando a contenere quasi 180 persone. Circa la metà di quello che porta normalmente. Stiamo monitorando la situazione e da domani quel treno verrà rafforzato con una doppia composizione.

Nelle fasce critiche (la mattina dalle 6 alle 10) e la sera al rientro, il servizio è già al 100 per cento sulla base delle disponibilità della flotta esistente. Sappiamo bene che la scelta sarà anche nei prossimi giorni avere qualche passeggero in più sui treni o lasciare a terra qualcuno che deve andare a lavorare. Una scelta che vorremmo evitare perché danneggerebbe i lavoratori e perché di complessa gestione senza l’intervento delle forze dell’ordine.

Faremo tutto quello che è possibile per evitare affollamenti eccessivi su treni e bus. Valuteremo giorno per giorno ogni forma di integrazione e miglioramento. Resta il tema di fondo di evitare che tutti si rechino al lavoro nello stesso orario. Mi auguro che su questo tema ci sia la sensibilità di tutti e si prendano i provvedimenti opportuni. Ricordo infine al sindacato USB che il controllo a bordo treni è vietato dalle direttive regionali e che il servizio nella fascia mattutina è già al 100 per cento. EAV a partire dal 18 Maggio ritornerà operativa su tutte le fasce orarie”.

Questo il comunicato della società che aggiorna sulla situazione di ogni linea:

“Vesuviane – Poca folla, tutti con mascherina. Un po’ di ritardi a causa di una soppressione.

Flegree – Poca gente in partenza da Montesanto – Molte persone in arrivo. Treni pieni sulla circumflegrea. Tutti con la mascherina. Ritardi zero.

Alla stazione di Licola operazione di controllo in entrata dalle 6 alle 9 di mattina. Moltissime persone (maggioranza extracomunitari) sprovvisti di biglietti e mascherina sono stati bloccati. Importante la collaborazione dei carabinieri di Pozzuoli alle nostre guardie giurate ed al servizio EAV controlleria.

Metropolitana (linea arcobaleno Piscinola/Aversa) : frequentazione medio-bassa, tutti con la mascherina.

Gomma – Pochi bus affollati ma nessuno supera le 20 persone. Molti bus con poche persone.

Uffici – Parte la sperimentazione del controllo temperatura dei lavoratori nei siti di Porta Nolana, Don Bosco, Ferraris, Ponticelli.

La situazione viene monitorata e si studiano correttivi ed integrazioni per i prossimi giorni”.

Potrebbe anche interessarti