Riaprono le isole, nuova ordinanza della Campania: le regole da seguire per imbarcarsi

Riaprono le isole della Regione Campania. Vincenzo De Luca ha firmato l’ordinanza numero 46 del 9 maggio 2020, contenente norme stringenti e precise per poter raggiungere le isole: un provvedimento molto severo proprio perché si tratta non solo di luoghi chiusi e circoscritti, ma soprattutto perché non ci sono strutture adeguate per fronteggiare un’eventuale crisi. Pazienti che si trovassero in gravi condizioni sarebbero trasferiti con più fatica sulla terraferma per essere curati, dunque si comprende l’importanza di impedire a ogni costo qualsiasi criticità. Di seguito il testo dell’ordinanza con le relative norme.

COVID-19, ORDINANZA n.46 DEL 9 MAGGIO 2020
(Disposizioni in tema di controlli degli ingressi nella regione e degli spostamenti verso le Isole – Conferma dell’obbligo di utilizzo delle mascherine in tutte la aree pubbliche e aperte al pubblico).

L’Unità di Crisi della Regione Campania trasmette in allegato l’Ordinanza n.46 del 9 Maggio 2020, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

In particolare su ingressi e spostamenti l’ordinanza prevede per le isole:

Spostamenti da altre regioni italiane e dall’estero:
– divieto di raggiungere le isole con mezzi privati da diporto, tenuto conto dell’esigenza di controllare gli sbarchi;
– obbligo per i viaggiatori di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porta di Massa e Pozzuoli;
– obbligo della prenotazione online;
– obbligo di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli;
– obbligo per tutti i viaggiatori di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea ed al test rapido Covid-19;
– divieto di imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea pari o superiore a 37,5°C;
– divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido Covid-19, con disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo.

Spostamenti infraregionali:
– divieto di raggiungere le isole con mezzi privati da diporto, tenuto conto dell’esigenza di controllare gli sbarchi;
– obbligo per i viaggiatori di imbarcarsi unicamente con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellammare di Stabia e Sorrento;
– obbligo di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli;
– obbligo per tutti i viaggiatori di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5°C, a test rapido Covid-19;
– divieto di imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea pari o superiore a 37,5°C;
– divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido Covid-19, con disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo”.

Potrebbe anche interessarti