Fase 2 Campania: dai parrucchieri ai ristoranti, le attività che riaprono il 18 maggio

Parrucchieri e ristoranti potrebbero già aprire il 18 maggio in Campania: è quanto emerso nel corso della conferenza tra le Regioni ed il Governo. La condizione posta da Vincenzo De Luca è che la decisione definitiva venga presa tenendo conto dei dati sul contagio da coronavirus che saranno disponibili nel prossimo fine settimana, ossia quando saranno trascorse le fatidiche prime due settimane della Fase 2.

Se la situazione del contagio sarà abbastanza buona, via libera al commercio al dettaglio, saloni di barbieri e parrucchieri, ristoranti, bar, centri estetici.

De Luca, insieme al presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha chiesto inoltre che ogni nuova disposizione sulla mobilità tra le diverse regioni venga rinviata a giugno. A preoccupare è la diversa diffusione del coronavirus nelle varie zone d’Italia, per cui consentire il passaggio indiscriminato potrebbe aggravare la situazione di quelle aree che sono riuscite a contenere l’epidemia.

Al massimo entro venerdì sono attese le linee guida predisposte dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’Inail: prescrizioni da seguire scrupolosamente per tenere aperte le attività che, altrimenti, devono restare chiuse. I protocolli saranno ad hoc per ogni categoria in modo da assicurare il massimo grado di sicurezza possibile.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più