De Luca: “Al Nord solo ammuina. Per la sanità, Campania depredata ogni anno di 350 milioni”

de luca ammuina

E’ un presidente della Regione Campania scatenato quello che durante la consueta conferenza stampa del venerdì ricorda le mancanze del governo e i grandi risultati ottenuti dal nostro territorio nell’affrontare il Coronavirus. Vincenzo De Luca infatti ribadisce come il governo in questo momento sia allo sbando e stia creando solo ‘ammuina’.

Queste le sue parole:

“Nella fase 1 tutto era semplice, perché chiudevi tutto. Nella fase 2 invece ci sono diversi interessi e non si deve fare ammuina. Si è invertita una tendenza. L’ammuina la fanno al Nord, il rigore lo teniamo al Sud e in Campania, sembra incredibile ma è così. Per la sanità, la fase 2 significa avere nella nostra Regione una situazione sotto controllo, il contagio al 13 maggio è di 9 positivi, dal 1 maggio abbiamo un’oscillazione tra 9 e 20 con un livello di tamponi fatti importante: 131 mila tamponi. Voglio fare una precisazione, oggi la Regione Campania è la più efficiente d’Italia nonostante riceva meno soldi di tutte le Regioni per il riparto dei fondi sanitari (pro capite 45 euro in meno rispetto al Veneto, 40 in meno rispetto Lombardia, ecc). E’ depredata di 350 milioni di euro ogni anno, lo Stato italiano dovrebbe vergognarsi e invece non ha fatto niente, nessuna coalizione. C’è un blocco di interessi nordista che ha prevalso su ogni regola di correttezza. Da Consip, da Roma, volete sapere quanti tamponi sono stati mandati? La Campania ha ricevuto meno tamponi di tutte le regioni d’Italia, un tampone ogni 50 abitanti, al Veneto ogni 16, quattro volte di più. Piemonte ogni 19, Lombardia 21, Lazio 22 cioè nella migliore delle ipotesi alla Campania hanno dato la metà dei tamponi di altre Regioni. C’è stato il mercato nero dei tamponi. Siamo in grado ad arrivare 4/5 mila tamponi al giorno ed è riservata alle strutture pubbliche. Abbiamo aperto ai privati la possibilità di fare test sierologici. 

Per le mascherine, un mese fa ho dovuto fare il pazzo perché non arrivavano neanche quelle per il 118. La Campania ha ricevuto un terzo di quanto mandato in altre parti d’Italia. Abbiamo fatto un miracolo, possiamo camminare a testa alta, nonostante queste condizioni siamo la regione più efficiente d’Italia, abbiamo il tasso di decessi e il numero di positivi più basso rispetto alla popolazione residente. Abbiamo anche gli ospedali più sicuri d’Italia. Non andate in giro per l’Italia, almeno qui non vi contagiate di sicuro. Abbiamo una percentuale di imbecilli dura a morire però. Tutti i cittadini devono essere orgogliosi. Ad Ariano faremo tamponi sierologici a tutta la popolazione, stiamo provvedendo a ulteriori 800 posti per le terapie intensive. Chiediamo scusa al virus se i posti di terapia intensiva non sono occupati, ma ringraziamo il Patreterno se abbiamo i posti e non sono occupati da malati, siamo di fronte all’imbecillità più totale che critica che abbiamo posti vuoti. Ad autunno saremmo pronti per un ritorno del covid. Stiamo per questo realizzando altre strutture in tutta la Campania. Ad Agropoli c’è qualche imbecille che dimentica che è stato chiuso con le catene. Dal mese di giugno riapre il Pronto Soccorso, abbiamo realizzato la rianimazione e avremmo soccorsi di radiologia 24 h su 24″.

Potrebbe anche interessarti