Varcaturo, bimbo di 4 anni muore annegato in piscina, incidente d’auto per il padre: è grave

bimbo annegato

Un bimbo di appena 4 anni è morto annegato ieri pomeriggio nella piscina della sua villetta a Varcaturo (frazione del Comune di Giugliano). Il piccolo Anthony si trovava a casa con la sorella di 19 anni quando, per cause ancora da accertare, sarebbe caduto dalla finestra di casa finendo nella sottostante piscina.

Sembrerebbe che i genitori al momento dell’incidente non fossero in casa. Inutile il trasporto all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, i medici infatti non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del bimbo: era morto annegato. Il piccolo infatti aveva troppa acqua nei polmoni. Tutto lascerebbe pensare a una tragica fatalità ma i carabinieri della stazione di Varcaturo e quelli della compagnia di Giugliano indagano sull’episodio. Nella villetta ieri è arrivato anche un magistrato della procura di Napoli Nord che ha disposto il sequestro della salma per l’autopsia oltre a quello della piscina.

Una tragedia che ha scosso la famiglia. Poche ore dopo la morte di Anthony, è avvenuto infatti l’incidente al padre ricoverato ora in codice rosso. Come riferisce il quotidiano ‘Il Mattino’, Antonio era in macchina mentre correva da casa verso l’ospedale per portare il vestitino da far indossare al figlioletto appena morto. La sua auto si è ribaltata lungo la variante SS7 Quater tra gli svincoli di Quarto e Licola in direzione Napoli bloccando la circolazione per diverse ore. Con lui a bordo c’era anche un altro figlio che per fortuna è uscito illeso. Antonio invece è stato trasportato all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli e le sue condizioni sono gravi.

Potrebbe anche interessarti