Il sindaco di Bacoli, Josi della Ragione, scrive ai giovani: “Ho bisogno di voi, uscite ma non così”

bacoli giovani

La movida e il coronavirus. Due cose inconciliabili. Dopo mesi di reclusione in casa, i giovani si sono riversati in strada e sulle spiagge creando qualche assembramento. Difficile mantenere le distanze in alcuni luoghi, per questo il governatore Vincenzo De Luca e i sindaci della Campania hanno lanciato alcuni appelli rivolti al senso di responsabilità dei singoli cittadini.

L’ordinanza regionale prevede l’obbligo di indossare mascherine e pene per chi crea assembramenti. Il sindaco di Bacoli, Josi della Ragione, si rivolge via Facebook direttamente ai più giovani. Un post scritto col cuore come se a parlare fosse un fratello maggiore e non un uomo delle istituzioni.

“Lettera ai giovani. Avete tutto il diritto di stare insieme. E di godere il mare, la spiaggia, l’estate. Nessuno vuole negarvi nulla. Sono gli anni più belli della vostra vita. Ma dovete darci una mano. Dovete aiutarmi. Altrimenti torniamo al punto di partenza. Altrimenti torniamo tutti dentro. Queste immagini sono incommentabili. Fanno cadere le braccia. Vi chiedo responsabilità. Vi esorto a rispettare le regole. Mascherina e distanziamento sociale. Punto. Ripeto, abbiamo avuto tutti 15 anni, 20 anni. Vi sentite imbattibili, infallibili. Ma potreste portare a casa il Coronavirus: contagiare i vostri genitori, i vostri nonni. Non ve lo perdonereste mai. Mai. Statemi a sentire. Potete uscire, potete fare il bagno, potete vivere la nostra splendida città. Ma non così. Assolutamente non così. Vi scrivo col cuore in mano, come un fratello maggiore. Vinciamo questa guerra. Ho bisogno di voi“. 

Ma giovani sono stati visti in strada senza rispettare le distanze non solo a Bacoli. Nonostante i rientri e le aperture di questi giorni, in Campania comunque si registrano ottimo risultati. Ieri nel bollettino diffuso dalla Regione, sono solo 5 le persone trovate positive al coronavirus su oltre 5 mila tamponi. Ma come più volte sottolineato da tutti, il virus non è scomparso ma circola ancora tra noi.

 

Potrebbe anche interessarti