Recovery Fund, piano UE da 750 miliardi: all’Italia la quota più alta

Dopo settimane di lunghe trattative, la Commissione Europea ha presentato la sua proposta sul Recovery Fund. Il piano prevede lo stanziamento di 750 miliardi, di cui 500 a fondo perduto.

Una svolta europea per fronteggiare una crisi senza precedenti“: così il commissario europeo per l’economia Paolo Gentiloni ha commentato il piano della Commissione. Il Recovery Fund, inoltre, terrebbe conto anche della crisi particolarmente grave che ha colpito il nostro paese nell’emergenza covid. Infatti, il pacchetto del Recovery Fund proposto dalla Commissione europea per l’Italia ammonta a 172,7 miliardi di euro.

Si tratta, in effetti, della quota più alta destinata a un singolo Paese. Secondo le informazioni raccolte da Reuters, l’Italia potrebbe ricevere precisamente 81,807 miliardi in sovenzioni e 90,938 miliardi come prestiti. A livello generale, l’esecutivo comunitario propone che il nuovo strumento, il quale sarà associato al bilancio comunitario 2021-2027, distribuisca 500 miliardi sotto forma di sovvenzioni e altri 250 miliardi sotto forma di prestiti.

A finanziare il nuovo Fondo per la Ripresa saranno le obbligazioni della Commissione europea: una manovra senza precedenti. I titoli avranno scadenze diverse, ma il debito emesso, in ogni caso, dovrà essere rimborsato tra il 2028 e il 2058.

Potrebbe anche interessarti