Coronavirus, nuovo aumento dei contagi in Lombardia e Piemonte: rischio chiusura il 3 giugno

Il bollettino della Protezione Civile di ieri, 27 maggio 2020, ha fatto rialzare di nuovo l’allerta circa il rischio di contagio da Coronavirus in tutta Italia. Si sono registrati infatti 584 nuovi casi, di cui 384 solo in Lombardia (65% del totale) e 73 in Piemonte, per un totale di 231.139 casi e 33.072 decessi in tutta Italia.

Sulla base di questi dati e in attesa di scoprire le conseguenze delle riaperture del 18 maggio, venerdì 29 maggio arriverà l’analisi del Comitato Tecnico Scientifico il quale si esprimerà in merito agli spostamenti tra regioni e alla riapertura della Lombardia e del Piemonte.  Il Governo, invece, aspetterà lunedì per prendere decisioni sul destino delle singole regioni a partire dal 3 giugno.

Il Comitato Tecnico Scientifico, infatti, sarebbe favorevole ad una proroga della chiusura delle due regioni a rischio, almeno di una settimana, per scongiurare una seconda ondata di contagi. Considerando anche la mole di persone che potrebbe spostarsi da Nord a Sud, questi flussi potrebbero far rialzare la curva dei contagi anche in regioni come la Campania dove, fino a ieri, i dati registrati sono di 6 nuovi positivi, per un totale di 1.146 in Campania attualmente positivi al Coronavirus.

Roberto Speranza, Ministro della salute, si era così espresso circa i dati delle riaperture del 4 maggio : “I dati del monitoraggio sono al momento incoraggianti. Ci dicono che il Paese ha retto bene le prime aperture del 4 maggio. Ma guai a pensare che la partita sia vinta. Serve massima cautela. Basta poco a vanificare i sacrifici fatti finora.

Ad oggi, dal Ministero della salute, sembrerebbero andarci più cauti: “Dopo la riapertura del 18 maggio, se i dati saranno confortanti, andremo avanti con la riapertura di tutte le regioni. Diversamente, il Governo si prenderà la piena responsabilità politica, di far restare chiusi ancora alcuni territori. Sarà la mappatura del contagio a dirci quali e quanti, anche all’interno delle regioni interessate“, riporta il quotidiano.net.

Potrebbe anche interessarti