Studenti fuorisede, la Sicilia paga 1200 euro a chi sceglie di non tornare al Nord

sicilia studenti

Per ogni studente siciliano che deciderà di lasciare le Università del Nord o quelle di altre regioni e continuare gli studi in quelle dell’isola, è previsto un bonus di 1.200 euro. Una cifra alta stanziata dal Governatore Musumeci per bloccare la fuga dei cervelli in altre Regioni. Ma questa decisione scontenta i rettori delle università italiane che così perderebbero potenziali studenti.

Ma non è l’unica misura adottata in Sicilia per favorire il diritto allo studio dei propri concittadini. Come rende noto ‘Il Sole 24 ore’, il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha pensato a un bonus affitti di 500 euro per i fuorisede rimasti sull’isola (dal valore di 5 milioni) e a un contributo da 800 euro (con 4 milioni del Fondo sociale europeo) per gli studenti iscritti attualmente a un altro ateneo italiano o straniero e con Isee inferiore a 23.500 euro. Il meccanismo è semplice, i 1200 euro andranno agli atenei siciliani scelti dagli studenti che poi in cambio non dovranno pagare le tasse universitarie.

Al momento sono dieci mila le richieste su 54 mila studenti che potevano usufruire del bonus. Secondo gli ultimi dati dell’Istat del 2017, sono più di 400 mila gli studenti fuorisede nel nostro Paese. Puglia, Sicilia e Campania sono le tre regioni d’Italia che ogni anno vedono i propri cervelli andare in fuga verso università del Nord. Milano la meta preferita, infatti secondo ‘QS Best Student Cities’, la città della madonnina è al 36esimo posto al mondo e al primo fra le città italiane. Segue Roma, al 66esimo posto.

Con questa mossa la Sicilia vuole valorizzare la propria cultura e magari conquistare qualche punto dopo la decisione di assegnare l’Assessorato ai Beni Culturali con delega all’identità siciliana a un leghista. Ma la decisione va contro la libertà di scelta di dove studiare degli studenti e sta causando non poche polemiche nei rettori d’Italia, penalizzati da questa iniziativa economica.

Potrebbe anche interessarti