Video. Riapre il bosco di Capodimonte, de Magistris: “I napoletani non hanno colpe”

bosco di capodimonteFinalmente riapre il Bosco di Capodimonte. Dopo una prima chiusura del parco, dovuta alla difficoltà di garantire il rispetto delle norme anti-covid, i napoletani possono tornare a godersi uno dei polmoni verdi della città.

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha commentato la decisione con queste parole: “Quando è nata la questione, e ho letto sui giornali che il Bosco chiudeva per troppe infrazioni, da sindaco mi sono preoccupato. Ho chiamato e ho chiesto quali fossero queste infrazioni. Conosco un po’ i napoletani, e conosco molto il rispetto che hanno di quel Bosco, dove il direttore ha fatto un lavoro straordinario“.

Adesso, il parco più grande d’Italia (130 ettari) può finalmente riaprire i cancelli. Ma la vicenda legata alla chiusura rischiava di trasformarsi in un ennesimo e inutile “sputtanapoli”. “Il direttore mi ha detto che il problema non erano le infrazioni, ma era legato alla vigilanza“, ha spiegato de Magistris.

La notizia che girava era questa: il colpevole è il napoletano. Invece si trattava di una vertenza interna al personale. Il direttore ora ha preso l’impregno di riaprire, ma a prescindere da questo, oggi si ritroverà l’ordinanza. Il Bosco deve essere riaperto, o la gente che ci andava si concentrerà ancora di più in altri posti“.

Tra i nuovi provvedimenti del Comune di Napoli, oltre alla riapertura del Bosco di Capodimonte ci sarà il consenso ad accedere ai parchi con biciclette e monopattini. Inoltre, sarà possibile, all’interno degli spazi verdi. riprendere le attività di vendita di generi alimentari quali gelati e bevande, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza che verranno illustrate dettagliatamente nell’ordinanza.

Potrebbe anche interessarti