Santuario di Pompei, mercoledì messa all’aperto in ricordo delle vittime del covid-19

pompei messa

In Campania sono 415 le persone che sono morte per il coronavirus (ultimo bollettino di ieri 3 giugno della Protezione Civile). Un dato piuttosto contenuto se si considera la densità della popolazione e i casi di positività, con un tasso di letalità dell’8,6%.

Ma in tutta Italia sono 33.601 i decessi. Molti sono avvenuti nella fase iniziale quando in piena emergenza erano vietati i funerali. Nessun ultimo saluto ai propri cari, morti soli all’interno degli ospedali senza la possibilità di vedere (se non per telefono) la propria famiglia. Impressionanti le immagini dei carri armati che trasportavano fuori Bergamo le bare di chi aveva perso la vita. O le 61 croci bianche del ‘Campo 87’ su un terreno del cimitero Maggiore, alla periferia di Milano.

A tutti loro, vittime innocenti del coronavirus di Pompei, mercoledì 10 giugno alle ore 19.30 sarà rivolta una messa speciale. Ad organizzarla è il Pontificio Santuario di Pompei che ha deciso di celebrarla all’aperto nel piazzale San Giovanni XXIII. Come si legge sulla pagina Facebook:

Mercoledì 10 giugno, alle 19.30, nel piazzale San Giovanni XXIII del Santuario, l’Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo, presiederà la Santa Messa in suffragio delle vittime del Covid-19 della città di Pompei e di tutti gli altri concittadini defunti, per i quali, durante il forzato lockdown, non è stato possibile celebrare le Esequie”.

“Desideriamo comunitariamente esprimere alle loro famiglie – ha detto il Prelato – la nostra fraterna condivisione e la nostra vicinanza, affidandoci all’intercessione della Vergine del Rosario di Pompei e del Beato Bartolo Longo, perché il Signore ci liberi dalla pandemia e dai suoi danni morali, spirituali, economici e sociali”.

Potrebbe anche interessarti