Nasce comitato per la tutela della lingua napoletana: tra i membri Maurizio De Giovanni

La lingua napoletana, da oggi, ha un comitato scientifico preposto alla sua tutela. La Regione Campania ha infatti istituito un comitato scientifico per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano, come previsto dalla legge regionale proposta dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

La legge, proposta al Consiglio Regionale, è stata approvata lo scorso anno. A fare parte del Comitato scientifico per la salvaguardia della lingua napoletana saranno il famoso scrittore Maurizio De Giovanni, Nicola De Blasi, Rita Enrica Librandi, Carolina Stromboli, Francesco Montuori, Armando De Rosa e Umberto Franzese.

Si tratta di grandi esponenti del patrimonio artistico e culturale partenopeo, che adesso sono investiti della responsabilità di tutelare e promuovere questa immensa ricchezza. Lo stesso Maurizio De Giovanni, in un post sul suo profilo Facebook social, ha scritto: “Questo, sapete, è un incredibile, immenso, immeritato onore. E anche un’enorme responsabilità. E un sogno bellissimo che si realizza“.

Si tratta indubbiamente di un passo importante per la lingua napoletana, soprattutto se si considera che quest’ultima rischia di scomparire per senso di inferiorità. Eppure il napoletano, una lingua “neo-greca” e “neo-romanza”, è riconosciuto anche dall’U.N.E.S.C.O. proprio come lingua, anche se non come patrimonio dell’umanità al momento.

Potrebbe anche interessarti