VIDEO. Napoli, bambino picchiato da un coetaneo: ennesimo episodio di bullismo tra giovanissimi

bullismo napoli

Ancora un episodio di bullismo ai danni di adolescenti arriva da Napoli. L’8 maggio scorso aveva fatto il giro del web un filmato in cui si vedevano dei ragazzini accerchiare un giovane e pestarlo. Successivamente i 5 responsabili (tutti minorenni) erano stati individuati e denunciati.

Ora un nuovo video diffuso in alcuni gruppi su Facebook mostra un nuovo episodio di bullismo. Questa volta i protagonisti sono ancora più piccoli. Nel filmato si vede un bambino picchiare violentemente un altro sotto lo sguardo dei presenti che divertiti si limitano a ridere e a riprendere la scena.

Un video che è stato diffuso su Facebook dal consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che ha anche inviato tutto il materiale alle autorità per individuare i responsabili.

“Ci sono stati inviati questi filmati che sarebbero stati girati a Fuorigrotta, dove un gruppo di ragazzini accerchia ed aggredisce un bambino. Abbiamo avuto modo di contattare il ragazzo in questione e la vicenda risulta essere veritiera, inoltre non sarebbe la prima volta che l’adolescente viene preso di mira da quella stessa banda di bulli. Abbiamo provveduto ad inviare il filmato originale, senza volti oscurati, alle autorità che procederanno a svolgere le dovute indagini e all’identificazione dei protagonisti.

Purtroppo ci troviamo di fronte all’ennesimo atto di bullismo e la vicenda se confermata nella dinamica a noi riferita e che si vede nei video sarebbe molto grave. Oggigiorno i giovanissimi sembrano aver preso la violenza come una moda, cercano gloria e celebrità rendendosi protagonisti di atti vili e violenti, spesso aggredendo in gruppo ragazzi soli ed indifesi, da condividere sui social che danno vita ad emulazione, si tratta di un fenomeno da fermare. La situazione è preoccupante perché gli episodi di violenza tra minori sono in continua crescita, c’è bisogno di un intenso programma rieducativo per i più giovani, occorre collaborazione tra genitori, insegnati ed assistenti sociali, bisogna inculcare nelle giovani menti i giusti valori di civiltà, rispetto delle regole e di amore verso il prossimo.”- ha dichiarato il Consigliere Borrelli”.

Dopo il lockdown sono aumentati gli episodi di violenza a Napoli, dalle risse della movida al bullismo contro giovanissimi.

Potrebbe anche interessarti