Maturità 2020, domani i colloqui: autocertificazione, accompagnatore e mascherina. Le regole da seguire

maturità autocertificazione

Domani è un giorno speciale per gli alunni delle quinte che dopo mesi torneranno a scuola per l’unica prova dell’esame di maturità. Una prova che ricorderanno per tutta la vita, non solo per l’emozione che ha in sé questo giorno ma anche per tutte le misure anticovid-19 che dovranno seguire. Il Ministero per l’Istruzione ha infatti pubblicato un’infografica dettagliata su cosa gli alunni dovranno fare domani e quali documenti portare. La scuola infatti non si è fermata neanche con il lockdown e ora punta a svolgere gli esami in sicurezza.

LE PROVE – Non ci sarà la classica prima prova bensì un colloquio che comprenderà tutto. La prima prova è stata sostituita dall’analisi di un testo di letteratura italiana tra quelli studiati nel corso dell’anno, la seconda riguarderà la presentazione di un elaborato da parte dello studente che è stato consegnato per email entro il 13 giugno e assegnato dai docenti entro il 1 giugno. Poi sempre durante il colloquio ci sarà una discussione multidisciplinare sui materiali predisposti dalla commissione e una relazione sulle esperienze vissute dallo studente durante il tirocinio dei Pcto (‘Percorsi per Competenze trasversali e l’orientamento’ ex alternanza scuola-lavoro). Non mancherà un riferimento a questo periodo con domande su Cittadinanza e Costituzione che potrebbe riguardare anche come lo studente ha vissuto questi mesi.

Queste le regole da seguire:

AUTOCERTIFICAZIONI – Tornano le autocertificazioni che in questi mesi ci hanno accompagnato in ogni singola uscita. I maturandi dovranno arrivare 15 minuti prima della convocazione e portare un’autocertificazione con cui affermano l’assenza di sintomatologia (febbre superiore a 37.5 e non essere sottoposto alla quarantena).

MASCHERINA – L’uso della mascherina è obbligatorio all’interno dei locali scolastici. Si potrà togliere solo durante il colloquio mantenendo una distanza di 2 metri dai commissari.

MANI – All’ingresso di ogni istituto saranno collocati dei dispenser con prodotti igienizzanti. Si dovrà utilizzarli prima di entrare nell’edificio.

ACCOMPAGNATORE – Soltanto una persona potrà vedere l’esame. Ogni candidato infatti può portare solo un accompagnatore che dovrà indossare la mascherina e rispettare le regole sulle distanze.

ACCESSO – Ci sarà una segnaletica precisa per evitare assembramenti. Alcuni istituti hanno realizzato percorsi separati di ingresso e uscita che dovranno essere rispettati da tutti gli alunni.

USCITA – Per evitare assembramenti anche all’esterno degli istituti, si invitano i maturandi a non trattenersi fuori al termine del colloquio orale.

A tutti il Ministero chiede Responsabilità.

Alcuni studenti del Liceo artistico e istituto professionale Garrone di Barletta hanno anche realizzato un video-tutorial sui comportamenti da seguire.

La Regione Campania, a differenza di quando fatto dal resto d’Italia, ha voluto anche sottoporre a tamponi tutti i docenti e il personale scolastico impegnato negli esami di maturità. L’idea del governatore Vincenzo De Luca è garantire ‘Una Scuola Sicura’ a chiunque domani deve svolgere l’esame in presenza.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più