De Luca: “Da lunedì lavoro in presenza e meno smart working. Mascherine facoltative all’aperto”

vincenzo de luca
Sarà pubblicato questa sera un nuovo provvedimento che sintetizza tutte le misure che i campani dovranno rispettare a partire da lunedì 22 giugno. Lo annuncia il governatore Vincenzo De Luca in un comunicato nel quale spiega anche che si cercherà di favorire il ritorno al lavoro di molte persone che erano in smart working da casa. Sempre nel rispetto dei protocolli di sicurezza.

Queste le parole del presidente della Regione Campania:

“COVID-19, DA LUNEDÌ FACOLTATIVO L’USO DELLE MASCHERINE ALL’APERTO
RESTA OBBLIGATORIO PORTARLE AL CHIUSO. Oggi sarà pubblicato un provvedimento ricognitivo di alcune norme già previste dalle precedenti ordinanze, con specifico riferimento all’uso delle mascherine e alla ripresa delle attività lavorative “in presenza” (smart working) nel rigoroso rispetto dei protocolli di sicurezza.
Come annunciato, e come già stabilito nella precedente ordinanza, dal 22 giugno 2020, non è più obbligatorio ma facoltativo, l’uso delle mascherine all’aperto. Resta invece obbligatorio l’uso delle mascherine al chiuso (mezzi pubblici, negozi, supermercati etc.) e in tutte le situazioni di assembramento o dove non vi è la possibilità di mantenere il distanziamento di almeno un metro.
Nel provvedimento si affronta anche il tema dello smart working, con l’indicazione di facilitare progressivamente la ripresa delle attività lavorative in presenza sempre nel rispetto delle norme di sicurezza”. 

Come spiegato nell’ultima conferenza stampa da Vincenzo De Luca, tra i luoghi all’aperto dove si può riscontrare un assembramento di persone e dove quindi resta l’obbligo di indossare la mascherina c’è il lungomare di Napoli.

Potrebbe anche interessarti