Tenta di truffare l’assicurazione sul lavoro amputandosi due dita: denunciato 46enne

sala operatoriaUn 46enne di Melito di Napoli è stato denunciato per truffa dai carabinieri. L’uomo si era recato in ospedale con due dita amputate e alcune ferite al volto raccontando di essere rimasto vittima di un incidente sul lavoro. Dopo alcune indagini da parte dei militari si è scoperto che la storia dell’uomo era stata inventata, nel tentativo vano di truffare l’assicurazione.

L’uomo, che aveva già alcuni precedenti, è stato denunciato insieme alla compagna e un’altra donna per truffa e lesioni personali gravissime. Secondo gli investigatori i tre si sarebbero accordati per truffare l’assicurazione simulando un falso incidente, senza provocare gravi lesioni all’uomo e incassando una polizza contro gli infortuni. Il 46enne ha perso le falangi di due dita ed è stato costretto a correre alla clinica San Michele di Maddaloni, nel Casertano. Le ferite erano abbastanza gravi, dunque è stato trasportato all’ospedale di Caserta, per essere sottoposto a un intervento chirurgico.

L’uomo ha raccontato di aver avuto un incidente, sostenendo di essere un operaio, ma non ha mai indicato per quale azienda lavorava. Neanche la compagna e l’altra complice, una volta giunte in ospedale, hanno saputo dare indicazioni sull’occupazione del ferito o su come avessero saputo dell’infortunio. Il loro comportamento dunque è parso subito sospetto e ha fatto scattare le dovute indagini da parte dei carabinieri di Maddaloni, che hanno subito scoperto che i tre stavano mentendo e che si trattava di un tentativo di truffa.

Potrebbe anche interessarti