Santobono, ricoverato neonato di 9 mesi: ha ematomi e lesioni. Si indaga sui genitori

Coronavirus neonato

Un neonato di appena 9 mesi è stato ricoverato ieri mattina all’Ospedale Santobono di Napoli. Il piccolo è arrivato con lividi e lesioni non compatibili a una caduta e questo ha subito allarmato il personale sanitario. Il neonato infatti aveva diversi ematomi, uno zigomo gonfio, lesioni alla bocca e al cavo orale da cui perdeva sangue. Una scena che ha colpito medici e infermieri data la tenera età del bambino.

Immediata è scattata la segnalazione alla Procura dei Minori che, secondo quanto riporta il quotidiano ‘Il Mattino’, ha disposto l’intervento della Polizia. Non ha infatti convinto la versione fornita dai famigliari. I genitori e la nonna hanno raccontato che il piccolo soffriva di alcune patologie ma dai primi riscontri, le ferite riportate non sembrerebbero essere una conseguenza di una malattia. Inoltre non è la prima volta che il neonato era stato ricoverato in Ospedale. A marzo era arrivato con una frattura occipitale derivante da una ‘sindrome di scuotimento’ e per questo motivo il bambino era stato tolto ai genitori e affidato alla nonna. Nonna che non era presente ieri in Ospedale.

Il piccolo per ora sta bene e non è in pericolo in vita. Suo fratello gemello invece non ha nessun segno di maltrattamenti ma è stato affidato temporaneamente a una casa famiglia. I familiari negano episodi di violenza nei confronti del neonato e continuano a fornire la versione di una malattia del piccolo che provoca lesioni ed ematomi.

Potrebbe anche interessarti