Circumvesuviana Meta di Sorrento presa d’assalto: maxi assembramenti e nessun controllo

Dopo il lockdown, la situazione dei trasporti pubblici sembra peggiorata. Nello specifico, la circumvesuviana di Meta di Sorrento, nel pomeriggio di domenica, è stata letteralmente presa d’assalto. A denunciare l’accaduto, il consigliere Francesco Emilio Borrelli.

Nulla di nuovo, considerando il fatto che l’intera rete, ormai da anni, provoca disagi ai danni dei viaggiatori. Basti pensare che la Circumvesuviana di Napoli è definita come una delle peggiori d’Italia. Stavolta, però, ciò che preoccupa è l’avvento di una nuova ondata di Covid.

Le foto circolate in rete mostrano chiaramente una folla di persone incuranti delle misure di distanziamento. Sono in prevalenza adolescenti e, probabilmente, stanno cercando di rientrare dopo una giornata passata in spiaggia. Da sempre, infatti, la circumvesuviana di Meta di Sorrento si afferma come punto di arrivo per numerosi ragazzi durante le giornate estive.

Nessun controllo, nessun addetto che ripristini una condizione d’ordine. Solo persone ammassate, in cerca di garantirsi un posto sul treno. All’interno dei vagoni la situazione sarà stata forse anche peggio.

Scene che sembrano vanificare tutti gli sforzi fatti finora. Il virus è indebolito ma il rischio dell’insorgere di nuovi focolai è dietro l’angolo, così come quello di una seconda ondata. La situazione sta tornando alla normalità ma le autorità continuano a ribadire il rispetto delle norme e, tra queste, soprattutto del distanziamento fisico.

“Inaccettabile. Abbiamo segnalato la vicenda alle autorità competenti. È doveroso che sui trasporti pubblici vi siano i dovuti controlli ed il rispetto del distanziamento sociale” – ha scritto Borrelli.

Potrebbe anche interessarti