Drone Contest, sei atenei italiani concorrono per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale: c’è anche la Federico II

DroneIl drone, ormai, viene utilizzato in tantissimi ambiti e in diverse mansioni: dalle semplici riprese dall’alto alle più complesse ispezioni per i soccorsi in montagna. Stavolta, però, la sfida è riuscire a sviluppare tecnologie per usare l’intelligenza artificiale e permettere ai droni di compiere alcune attività autonomamente, senza la mano dell’uomo.

Tale sfida è stata lanciata lo scorso anno dall’azienda Leonardo attraverso il Drone Contest. Il Leonardo Drone Contest è un progetto di Open Innovation ideato e sviluppato da Leonardo, in collaborazione con sei atenei italiani, per promuovere lo sviluppo, in Italia, dell’intelligenza artificiale applicata all’ambito dei sistemi senza pilota.

Obiettivo del progetto è quello di favorire la nascita di un “ecosistema” che coinvolga e metta insieme le capacità delle grandi imprese, degli atenei, delle PMI e degli spin-off e start-up nazionali. In particolare, Leonardo sta sostenendo le attività di sei dottorandi (uno per ateneo) del Politecnico di Torino e Milano e delle Università di Bologna, Sant’Anna di Pisa, Roma Tor Vergata e Federico II di Napoli.

drone contestI dottorandi, per tre anni, si impegneranno nello sviluppo di un sistema a guida autonoma per droni, mettendo a fattor comune risorse e conoscenze universitarie e aziendali. I sei dottorandi, con i propri team, si confronteranno ogni anno in un simposio scientifico, oltre che in una competizione tra di loro. I progetti sono stati, infatti, presentati per la prima volta proprio oggi.

Il Leonardo Drone Contest è iniziato ufficialmente, dunque, il 12 novembre 2019 e terminerà nel 2022. La prima gara si svolgerà a Torino a settembre del 2020 e, in questa occasione, si analizzeranno i primi risultati e le potenzialità dei rispettivi progetti.

La nostra Università Federico II, dunque, ha dato vita al PRISMA Lab che con il suo team sta lavorando sul progetto destinato al contest sopracitato focalizzandosi, in particolare, su: sviluppo software, sviluppo meccanica, realizzazione di prototipi e progettazione meccatronica.

Potrebbe anche interessarti