Marina di Camerota, ritorna la “Lamparata”: la tradizionale pesca notturna sotto le stelle

Ritorna il consueto appuntamento delle “Lamparate” nel Cilento. Anche quest’anno a Marina di Camerota, si potrà assistere allo spettacolo della tradizionale pesca notturna in barca.

La lamparata è un tipo di pesca che viene fatta di notte, montando sulla barca una grossa luce, chiamata appunto “lampara”.

“La lampara è una grande lampada a gas che viene installata su un gozzo per attirare i pesci in prossimità della barca. Poi, sotto lo sguardo attento dei passeggeri, i marinai calano in mare le reti spiegando le tecniche adoperate” – rivela, a LaRepubblica, Felix D’Andrea, pescatore e titolare della cooperativa Cilento Blu.

Solitamente il pescato consiste in pesce azzurro, consumato poi dall’equipaggio insieme a tutti i partecipanti. Dopo la pesca, infatti, la barca approda su una spiaggetta accessibile soltanto via mare. Lì i pescatori si occupano di cucinare il raccolto mentre i passeggeri si godono un tuffo nelle acque cristalline.

L’evento si svolge in totale sicurezza. Felix spiega che: “Con le direttive anti-Covid il numero di partecipanti si è drasticamente ridotto. Sulle barche, per assicurare il distanziamento, portiamo meno persone”.

Le “Lamparate” nel Cilento, dunque, si attestano come Covid-free, in quanto la sicurezza degli ospiti è alla base di tutto.

La partenza è dal porto di Marina di Camerota, intorno alle 21. L’equipaggio guida i turisti verso la Costa degli Infreschi, spiegando usanze e abitudini dei pescatori della zona.

“I turisti ci aiutano a issare il pesce, si sporcano le mani e si divertono tantissimo. Tra i passeggeri ci sono sempre più ragazzi che per una notte scelgono il mare anziché il chiasso di una discoteca. In barca si diventa una grande famiglia e si trascorre una serata in allegria” – conclude Sara, la figlia di Felix.

Anche a Cetara viene riproposto un simile evento, con la tipica “Notte delle lampare”.

Potrebbe anche interessarti