Francesco, bagnino a 16 anni con la sindrome di Asperger: il sogno si realizza

Non sempre l’essere malati costituisce un ostacolo anzi. Come riportato da La Repubblica, Francesco, a soli 16 anni è riuscito a diventare bagnino nonostante sia affetto dalla sindrome di Asperger. “Ora potrò finalmente aiutare gli altri, il mio sogno è salvare vite umane”, ha detto Francesco.

Ieri ha conseguito tra l’affetto dei suoi cari il brevetto, sotto gli occhi di tutti ha saputo dare dimostrazione di quanto sia bravo e capace nel salvare vite umane. Lui, da sempre una sola cosa il mare, aveva questo desiderio da tantissimo tempo. Finalmente lo ha realizzato. Sono passati 5 anni da quando i suoi genitori si sono accorti che era affetto da questa forma di autismo.

A parlare adesso sono proprio loro, in particolare Biagina, la madre, che entusiasta del figlio afferma che simile traguardo è stato raggiunto con forza e caparbietà: “Mi sembra un sogno, dopo immense difficoltà e porte sbattute in faccia”. La mamma, che nonostante i mille problemi, è riuscita a laurearsi e ad occuparsi sempre di Francesco in modo impeccabile.

Non vedeva l’ora di sostenere l’esame, durante il viaggio in auto ha ripetuto per tutto il tempo le tecniche di salvataggio e di rianimazione”, dicono insieme.

Ad intervenire è anche Pietro Testa, il suo istruttore: “E’ stato bravissimo, è stato uno dei miei migliori allievi e ha raggiunto un grado di preparazione altissima. Ha seguito il corso sempre con molta attenzione ma soprattutto con tanta voglia di imparare. Inizialmente ero molto scettico non avevo mai avuto esperienze di questo tipo. Francesco però mi ha fatto ricredere. E’ stato un esempio per tutti”.

Un bagnino modello siamo fieri ed orgogliosi di poter contare anche sulle sue competenze per assicurare sicurezza ai bagnanti”. Dice Daniele Di Guardo, comandante della capitaneria di porto di Salerno.

Francesco rappresenta un esempio per tutti, per chi nonostante le paure e le difficoltà non smette mai di lottare per raggiungere i proprio sogni. Bravo Francesco!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più