Il sindaco di Bacoli contro gli evasori: chiude lido che non ha pagato 200mila euro di tasse

Josi Gerardo Della Ragione Coronavirus BacoliBacoli – il sindaco contro gli evasori. Sono ben 200mila euro le tasse arretrate che il gestore di un lido balneare a Bacoli deve versare nelle tasche del comune. Per ora è arrivata soltanto la notifica di sospensione dell’attività, mentre l’importo dovrà essere versato entro i primi di agosto.

Se questo non accadrà la notifica si trasformerà in una chiusura dello stabilimento. Ecco il messaggio del sindaco Josi Gerardo Della Ragione, che promette notifiche per altri lidi che non rispettano le regole:

Riaperta la Necropoli del Fusaro a Bacoli

Abbiamo appena notificato il primo avviso di sospensione di attività ad un lido balneare di Bacoli. Deve pagare al Comune, e quindi alla popolazione tutta, oltre 200.000 € di Tari. Soldi con cui potremmo acquistare pali dell’illuminazione pubblica, asfaltare strade, acquistare dossi per limitare la velocità di auto e moto. Se entro i primi giorni di agosto non dovesse regolarizzare la propria posizione debitoria, chiuderemo lo stabilimento.

Chi non paga le tasse, danneggia tutti. L’imprenditore che non paga le tasse, danneggia gli imprenditori onesti che pagano i tributi. Se la nostra città è in ginocchio, le colpe sono chiare. Noi non chiuderemo gli occhi. A difesa di Bacoli. Basta. Da domani, notificheremo altri avvisi per altri lidi. Un passo alla volta“.

Questo di Josi Della Ragione non è il primo intervento contro cittadini disonesti che non rispettano le regole. Infatti più volte è stato protagonista di multe a gestori di locali rei di usare musica e fuochi d’artificio anche in tarda notte, disturbando il sonno dei bacolesi.

Potrebbe anche interessarti