Dopo 192 partite in maglia azzurra arriva la prima rete di Hysaj: “A Napoli mi sento a casa”

Ci sono voluti 5 anni e 192 presenza in maglia azzurra, per ammirare la prima rete di Hysaj con il Napoli. Il terzino albanese infatti fino alla gara di ieri contro il Sassuolo non era mai andato a segno da quando nel 2015 giunse nella città partenopea.

LA GARA – Ormai il Napoli non ha più obiettivi di classifica ma le partite sono tutti ‘allenamenti’ per mantenere alta la concentrazione in vista della gara di Champion dell’8 agosto contro il Barcellona. E così, senza la tensione di dover fare a tutti i costi i tre punti, i giocatori sono liberi di mostrare le loro potenzialità. In Napoli-Sassuolo il migliore in campo è stato senza dubbio lui: Elseid Hysaj. Dato in partenza a inizio stagione, con Gennaro Gattuso, il terzino ha ritrovato fiducia e spazio.

E dopo 8 minuti arriva la rete dell’albanese. Un’azione personale che finisce con il gol. Il secondo realizzato in carriera in Serie A (il primo era arrivato con la maglia dell’Empoli in 109 presenze). Il Napoli raddoppia nei minuti di recupero del secondo tempo grazie a Allan e vince per 2 a 0. Un risultato che non rispecchia in pieno quanto mostrato sul campo con il Sassuolo che si vede annullare per fuorigioco ben 4 gol (due a Djuricic, uno a Caputo e un gol a Berardi).

Nel post partita Hysaj ha parlato ai microfoni di Dazn. Queste le sue parole riportate sul sito del Calcio Napoli:

“La dedica è per la mia famiglia. Sono felice, peccato non ci fossero i tifosi per festeggiare con loro, ma mi godo lo stesso questo momento. A Napoli sto benissimo, qui mi sento a casa e in campo sono pienamente coinvolto nei meccanismi. Spero che in futuro possa arrivare anche la seconda rete con questa maglia”.

Sul match:

“Abbiamo rischiato un po’ troppo rispetto a quato prodotto. Bisogna fare più attenzione anche alle sfumature. Il Sassuolo una squadra che gioca bene al calcio, ma credo che la nostra prestazione sia stata buona e il successo meritato”.

 

Potrebbe anche interessarti