Parco del Cilento pronto a volare su Marte: sarà l’unico ente pubblico italiano

Parco del Cilento – pronto a volare sul Pianeta Marte. Dal primo sbarco sulla Luna nel lontano 20 luglio del 1969, l’uomo non si è mai accontentato di quel traguardo. Infatti fin da subito il passo successivo è stato quello di inviare sonde su Marte, per avere notizie sul pianeta rosso – il quarto del Sistema Solare.

Nella terza missione di lancio diretta verso Marte, in programma da Cape Canaveral per dopodomani 30 luglio, alle 13.50 ora italiana nell’ambito della missione spaziale “Mars 2020”, saranno presenti anche i cittadini cilentani, seppur virtualmente.

Coronavirus, aumentano i casi nel Cilento

Infatti il Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni saranno presenti nel lancio della prossima sonda. L’idea è venuta al social media manager Marco Del Sorbo, come scrive Il Corriere del Mezzogiorno.

L’ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni ha appena ricevuto dalla Nasa la “carta di imbarco” e va in orbita: figurerà infatti tra i nomi incisi sul rover “Perseverance”. Se tutto andrà come da copione, “Mars 2020” raggiungerà a febbraio Jezero, un cratere sul lato occidentale della pianura Isidis Planitia, una zona tropicale con temperature che toccano anche i 20°.

Il Parco del Cilento, guidato dal presidente Tommaso Pellegrino, non sarà solo a bordo, anzi: sul rover è posizionato un chip dove sono incisi tutti i nomi dei vincitori del contest popolare lanciato dalla Nasa, “Send Your Name to Mars”. Sono quasi 11 milioni i nomi presenti che finiranno su Marte, ma il Parco del Cilento è l’unico ente pubblico italiano. Una bella soddisfazione per gli addetti ai lavori e tutto il popolo cilentano.

Potrebbe anche interessarti