Covid in Campania da giugno a luglio: +290 casi, la maggior parte in isolamento domiciliare

covid campania

L’andamento dei contagi in Regione non preoccupa ancora il governatore Vincenzo De Luca. La situazione è sotto controllo anche se ieri i dati del Ministero della Salute mettono in allarme. La Campania infatti risulta come la seconda regione con il maggior numero di casi da covid-19 (+29), dietro solo alla Lombardia (+53).

In un mese la situazione in Campania è peggiorata e a dirlo sono i dati messi a confronto nei bollettini diffusi della task force il 28 maggio, 28 giugno e 28 luglio. Quasi 300 quelli in un solo mese con l’incremento del numero degli attualmente positivi.

MAGGIO – Al 28 maggio, in Campania risultavano 4.787 positivi, 410 i deceduti e 3.355 i guariti. 260 le persone ricoverate con sintomi, 6 quelle in terapia intensiva, 746 in isolamento domiciliare. I dati del Ministero, aggiornati alle ore 18, portavano 4.777 casi totali di cui 1.012 gli attualmente positivi.

covid campania maggio

GIUGNO – Nuova grafica del bollettino a giugno. Un mese dopo, il 28 giugno, la situazione è la seguente: 4.665 positivi, 4.071 guariti e 431 decessi. 39 le persone ricoverate con sintomi, 0 quelle in terapia intensiva, 124 in isolamento domiciliare. 163 gli attualmente positivi, per un totale di 4.665 casi. Il 12 giugno la Campania fa un ricalcolo sottraendo 230 unità. Rispetto al mese precedente, si segnalano quindi 21 decessi in più, l’azzeramento dei pazienti in terapia intensiva, -221 pazienti ricoverati e 716 guariti.

LUGLIO – In un mese si registra un incremento di casi. Sono 4.955 i nuovi positivi al covid-19 in Campania (+290 casi), 434 decessi (+3) e 4.128 guariti (+57). 27 le persone ricoverate con sintomi (-12 rispetto a giugno), 4 quelle in terapia intensiva (con un incremento di +4), 362 in isolamento domiciliare (+238). 393 gli attualmente positivi (+230) che quindi crescono a fronte anche del minor numero di persone guarite. Segno che i contagi sono in aumento anche a causa delle apertura e della mobilità tra nazioni diverse. Ma il numero di persone ricoverate non desta ancora preoccupazione, la maggior parte dei nuovi casi è infatti in isolamento presso la propria abitazione.

covid campania  luglio

Potrebbe anche interessarti