Carmine Settembre del Tigem di Pozzuoli premiato dall’European Research Council

Tra i 55 premiati dallo European Research Council (ERC) c’è anche Carmine Settembre dell’Istituto Telethon di genetica e medicina (Tigem) di Pozzuoli, uno dei 5 italiani che hanno meritato questo particolare tipo di finanziamento, detto Proof of Concept, del valore di 150 mila euro ciascuno.

Obiettivo del progetto di Carmine Settembre, che guida un gruppo di ricerca al Tigem ed è anche professore associato di Istologia ed Embriologia all’Università Federico II di Napoli, è individuare potenziali farmaci candidati per malattie genetiche rare dell’apparato scheletrico o con un forte coinvolgimento dell’osso tra gli organi colpiti.

Scarsamente irrorate dal circolo sanguigno, le ossa sono un bersaglio molto complesso da raggiungere: grazie a studi precedenti Settembre e il suo team hanno individuato un bersaglio molecolare interessante che potrebbe consentire di superare i limiti attuali e tramite questo progetto intendono valutare potenziali molecole in grado di agire in modo specifico. In questo senso, è di particolare rilievo la collaborazione con l’IRBM di Pomezia, che sarà partner del progetto mettendo a disposizione la propria competenza nell’individuazione di molecole dal potenziale terapeutico.

Le sovvenzioni Proof of Concept (PoC), del valore di 150 mila euro ciascuna, sono infatti finanziamenti di riserva che possono essere utilizzati, ad esempio, per esplorare opportunità commerciali, preparare domande di brevetto o verificare la fattibilità pratica di concetti scientifici. Dal 2011 oltre mille ricercatori hanno ricevuto questo tipo di sovvenzioni, aperto solo a ricercatori attualmente o precedentemente finanziati dall’ERC.

Il professor Jean-Pierre Bourguignon, appena rinominato presidente ad interim dell’ERC, ha commentato: «Sono lieto che uno dei miei primi atti al timone dell’ERC sia quello di annunciare un nuovo round di risultati delle chiamate di finanziamento, dimostrando che la pandemia non ha modificato il funzionamento efficiente dell’ERC. Le sovvenzioni Proof of Concept aiutano i ricercatori finanziati dall’ERC a spostare i loro risultati rivoluzionari verso l’innovazione commerciale o sociale. La ricerca guidata dalla curiosità è un ingrediente chiave per alimentare l’innovazione».

Carmine Settembre è nato a Napoli nel 1978 e si è laureato in Chimica e tecnologie farmaceutiche all’Università Federico II di Napoli, svolgendo la tesi presso l’Istituto Telethon di genetica e medicina (Tigem) di Napoli. Dopo aver svolto un dottorato in medicina molecolare, Carmine Settembre ha svolto una lunga esperienza negli Stati Uniti, lavorando presso la Columbia University di New York e il Baylor College of Medicine di Houston, per poi rientrare in Italia grazie al programma carriere Telethon Dulbecco, sempre presso il Tigem.

La sua attività di ricerca è incentrata sullo studio delle malformazioni ossee causate da difetti genetici, come per esempio l’acondroplasia, e sull’identificazione di nuovi approcci terapeutici. Carmine Settembre ricopre inoltre il ruolo di professore associato di Istologia ed Embriologia all’Università Federico II di Napoli.

Carmine Settembre è anche tra i fondatori di Skelethon, iniziativa che coinvolge ricercatori di vari centri italiani che studiano le malattie rare dello scheletro, allo scopo di identificare cure che nel futuro siano accessibili ai pazienti. Skelethon si propone di coniugare la ricerca di base a quella sui pazienti, creando un punto di riferimento nazionale, unico nel suo genere, sotto la guida della Fondazione Telethon.

Potrebbe anche interessarti