De Luca: “Abbiamo dato prova d’efficienza e questo dà fastidio. Per alcuni Napoli è o camorra o caos”

de luca efficienza

Consueta conferenza stampa del venerdì con il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Il presidente ha fatto un bilancio di questi mesi e delle iniziative messe in campo dalla Regione. Compare anche una nuova grafica, ‘De Luca Presidente’, segno che la campagna elettorale è ormai partita.

Queste le parole di De Luca:

“Nei mesi scorsi abbiamo retto bene per quello che ci riguarda. Anche dopo il mese di giugno quando il governo ha deciso l’apertura di tutte la attività economiche. Grazie anche a un impegno civile dei nostri cittadini e siamo stati in Italia la vera sorpresa. Oggi dobbiamo avere il massimo di responsabilità e attenzione. Abbiamo fatto un lavoro tempestivo e individuato i focolai a comunicare da Mondragone. C’è stato un rilassamenti nell’uso di mascherine. Abbiamo reso obbligatorio per i ristoranti il controllo della carta d’identità per evitare numeri falsi con un atteggiamento a metà tra irresponsabilità e stupidità. Oggi la sfida è quella dei tempi. Dobbiamo convivere per alcuni mesi con il covid fino a che non avremo il vaccino e questo presuppone comportamenti di grande responsabilità e il superamento di un clima di rilassamento.

Abbiamo qualche problema per misure non chiare del governo per quanto riguarda i trasporti. Ci atterremo alle indicazioni dell’Istituto Tecnico Scientifico ma l’importante è che ci sia il rispetto rigoroso delle norme obbligatorie. Ci vorrebbe anche un impegno straordinario delle orze dell’ordine, a volte arrivano sui traghetti piccole bande di delinquenti che quando il personale viaggiante li richiama hanno atteggiamenti aggressivi. Sarebbe utile avere sui traghetti personale di forze dell’ordine”.

Sulla sanità:

“Abbiamo mostrato una sanità di assoluta eccellenza. Abbiamo registrato un tentativo di speculazione politica e aggressione mediatica. Il fatto che la Campania abbia dato prova di efficenza e concretezza è una cosa che non è stata ancora digerita da tutti in Italia, c’è una parte dell’opzione pubblica che pensa che Napoli sia o la camorra o il caos, quando emergono episodi di efficienza sembra che la cosa dia fastidio. C’è stato un tentativo di equiparare alcune gravi questione che hanno riguardato il Nord con la Campania. Mi dispiace ma il tentativo è fallito. La Campania esprime il massimo rispetto per ogni iniziativa di controllo di legalità degli atti. I presidenti di Regione sono soggetti attuatore delle ordinanze nazionali. Abbiamo fatto anche per gli ospedali modulari una procedura di gara pubblica con procedure ordinarie. Nessun problema, tranquilli tutti. Vedrete che ci presenteremo come un modello di efficienza e trasparenza e correttezza sul piano nazionale. Non ci distriamo”. 

Potrebbe anche interessarti