EAV assume, cercasi 40 figure professionali: come candidarsi

Una nuova offerta di lavoro per entrare a far parte del team che gestisce la mobilità campana: offerta di lavoro per ben 40 posti in EAV srl (Ente Autonomo Volturno). La società di trasporti EAV, infatti, ha indetto una selezione per titoli ed esami di 40 unità per l’inserimento di personale viaggiante da inquadrare come macchinista e capotreno ai sensi del vigente CCNL Autoferrotranvieri.

È possibile consultare il bando e fare domanda attraverso la pagina apposita del sito web ufficiale dell’EAV. Tutti i requisiti generali e specifici richiesti per il profilo professionale sono obbligatori e dovranno essere posseduti, pena esclusione, alla data di presentazione della domanda, mantenuti durante l’intero svolgimento del procedimento di selezione e, ovviamente, all’atto dell’eventuale assunzione.

Qui di seguito alcuni dei requisiti richiesti per l’assunzione:

  1. essere cittadino italiano, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti; o cittadino di uno dei
    paesi dell’Unione Europea;
  2. aver compiuto il 18esimo anno di età e non aver superato il 45esimo anno di età;
  3.  godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza;
  4. conoscenza della lingua italiana;
  5.  non avere riportato condanne penali che comportino, quale pena accessoria, l’interdizione
    temporanea o permanente dai Pubblici Ufficio condanne definitive per reati non colposi, o
    condanne penali che, ove disposte nel corso del rapporto di lavoro già instaurato, potrebbero
    determinare il licenziamento; fermo quanto innanzi, EAV si riserva, inoltre, di valutare a proprio
    insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano procedimenti penali in
    corso, o abbiano riportato una qualsiasi condanna penale definitiva che, alla luce del titolo,
    dell’attualità e della gravità del reato e della sua rilevanza in relazione alla posizione di lavoro da
    ricoprire;
  6.  non essere sottoposto a misure che escludono, secondo le leggi vigenti, la costituzione del
    rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
  7.  non essere stato destituito o dispensato o licenziato dal servizio presso precedenti datori di lavoro
    per:
    a. persistente insufficiente rendimento;
    b. motivi disciplinari;
    c. giusta causa;
  8.  non essere stato dichiarato decaduto da pubblico impiego per aver conseguito la nomina mediante
    la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile o per aver rilasciato false
    dichiarazioni sostitutive di atti o fatti;
  9. non essere coinvolto in alcun procedimento amministrativo o giudiziario previsto dal D. Lgs. 231/01
    e s.m.i.;
  10.  non essere stato interdetto dalla Pubblica Amministrazione a seguito di sentenza passata in
    giudicato;
  11. essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva per i soggetti tenuti all’assolvimento
    di tale obbligo;
  12.  essere dotato di sana e robusta costituzione fisica e possedere l’idoneità psico-fisica specifica per
    lo svolgimento delle mansioni afferenti al profilo/figura professionale;
  13. aver conseguito diploma scuola media superiore oppure un diploma di istruzione e formazione
    professionale di cui al Capo III del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più